Comune di Palermo -

rss facebook twitter googleplus mailinglist mailinglist

Comune di Palermo

Home -
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

TAVOLO A PALAZZO CHIGI. DICHIARAZIONE SINDACO ORLANDO

(data pubblicazione 11-SET-12)

Si è appena concluso il tavolo tecnico convocato a Palazzo Chigi dal Governo per discutere ed affrontare la situazione finanziaria del Comune di Palermo e delle sue aziende partecipate.
La riunione ha visto la partecipazione, oltre che del Comune, anche della Regione, rappresentata dall'Assessore Armao e dei Ministeri dell'Interno, dello Sviluppo, dell'Economia, della Coesione Territoriale, del Lavoro e inoltre della Presidenza del Consiglio - Dipartimento per la protezione civile.
La discussione è partita da una analisi della grave situazione del Comune e delle sue Aziende, tramite i dati forniti dall'Amministrazione comunale.
Da parte dei rappresentanti del Governo non è stato fatto mistero della difficilissima situazione complessiva con riferimento al quadro economico complessivo nazionale e alle tante vertenze ed emergenze in atto; ciò nonostante, tutti i presenti hanno convenuto sulla specificità e gravità della situazione di Palermo, manifestando l'impegno a mantenere questo tavolo permanente che affronti il problema a 360° gradi, in modo da trovare soluzioni riferite non a singole aziende o singoli gruppi di lavoratori, ma alla garanzia dei servizi per i cittadini e, ovviamente, della forza lavoro necessaria ed indispensabile per quei servizi.
Il tavolo che sarà permanente e prevederà delle riunioni periodiche per l'aggiornamento della situazione e la verifica delle soluzioni, ha di fatto inglobato al proprio interno anche il vecchio tavolo tecnico previsto dall'Ordinanza di Protezione civile di maggio, assumendo quindi il compito di valutare, nei tempi più brevi possibili, l'erogazione della seconda tranche di cinque milioni prevista da quella stessa ordinanza.
A questo proposito, abbiamo registrato positivamente la possibilità e disponibilità della Regione, cui i fondi di protezione civile sono destinati in via diretta, a trasferire le somme al Comune di Palermo immediatamente dopo l'accredito da parte dello Stato, in deroga alle norme del Patto di stabilità.
L'avvio dei lavori di questo tavolo nazionale permanente è certamente l'avvio di una nuova fase di dialogo e collaborazione diretta fra l'Amministrazione comunale, la Regione e il Governo, che ci fa sperare nella possibilità di trovare soluzioni concordate e condivise in tempi ragionevolmente brevi.