Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
De Gregorio Giacomo
(Glottologo)

Nato il primo giugno 1856 e morto il 6 luglio 1936.

Figlio di Camillo De Gregorio, marchese del Parco Reale e del Sacro Romano Impero, e di Litteria Brunaccini, dei principi di S.Teodoro e baroni di S.Basilio; fratello del naturalista Antonio ( nato a Messina nel 1885 e morto Palermo nel 1930), portò il titolo di marchese sul cognome.

Insegnò dialettologia siciliana e storia comparata delle lingue classiche e neolatine all'Università di Palermo.

Si dedicò con grande passione ed acutezza alla linguistica generale, sud africana e romanza ed alla letteratura antica siciliana.

Fondò la rivista "Studi glottologici italiani", pubblicò gran parte delle sue ricerche e monografie nelle principali riviste scientifiche, quali: "Atti dell'Accademia di scienze, lettere e arti", "Archivio storico siciliano", "Romania", "Rassegna di antichità classica",  "Revue de linguistique romane", "Bollettino ufficiale del Ministero dell'istruzione pubblica".

Partecipò ai congressi internazionali degli orientalisti di Ginevra nel 1895, a Parigi nel 1897, a Roma nel 1899, ad Amburgo nel 1902, ad Algeri nel 1905.

In quest'ultimo congresso rappresentò il Governo italiano ricevendo le "Palmes" di Officier d'Acadie.

Tra le opere più importanti si ricordano: "Cenni di glottologia bantu" del 1882, "Saggio di fonetica siciliana" del 1890, "Il libro dei vizi e delle virtà testo siciliano inedito del sec. XIV" del 1893, "Per lo storia comparata delle letterature neolatine"  presso Clausen, Palermo 1893, "Glottologia" del 1896, "Sopra una forma d'infinito attivo nelle lingue classiche" del 1896.