Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
De Gregorio Giuseppe
(Medico e sacerdote)

Nato nel 1703 e morto nel 1771.

Fu uno degli esponenti più in vista dell'Accademia palermitana di medicina.

Esercitò la professione di medico e l'insegnamento. Espresse severi giudizi sull'operato di alcuni medici che, ad esempio, tenevano ancora in considerazione l'influsso della luna per le terapie, come si può leggere nel libro "Dissertazioni critico- fisiche delle varie osservazioni della luna intorno ai salassi ed alle purghe, in cui trattasi della epilessia, crisi e purghe mestruali; inoltre di alcuni animali, pesci, piante, pietre ed altre cose diverse per nulla dipendenti dai movimenti della luna" stampato nel 1742.

Si teneva informato di quanto accadeva nel mondo nell'ambito delle scoperte mediche, come possiamo rilevare da alcuni suoi scritti: "Ragionamento del Mercurio e sue preparazioni, trasportato da un libro francese"; "Moxiribus Polycrestum, sive de medicina ustaria, omnibus curandis morbis apprime utilis, Sinensibus et Japonensibus usitata".

Conosciamo una serie di opuscoli tra cui "AI canonico D. Michele Schiavo relazione di un tumore o struma, che da costui si pativa sotto l'orecchio nel 1744" e "Il Ragionamento accademico intorno ad una mofeta di un'acqua minerale di Sicilia; fatto storico fisico accaduto nel feudo del Gallitano, cinque miglia distante dalla terra del Mazzarino" stampato nel 1746.

Aveva in programma l'edizione di un'opera più vasta sulle acque minerali di Sicilia, come si evince da alcuni suoi contributi editi nella "Raccolta di opuscoli di autori siciliani" dello Schiavo.