Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Giardina Gaetano
(Storico)

Nato nel 1693 e morto nel 1731.

Le sue operette: "Descrizione delle antiche porte di Palermo", stampata a Palermo da Antonino Mongitore con lo pseudonimo di Lipario Triziano nel 1732 con i Tipi del Gramignani, assieme all'altra "Le antiche porte di Palermo non più esistenti", ornate con diverse incisioni e con una pianta di Palermo, sono oggi tra quelle più diffuse in edizione anastatica.

Fu abate di S. Nicolò e protonotaro apostolico; per i suoi meriti culturali venne associato in diverse Accademie, ad esempio quella romana di Mario Crescimbeni, mentre a Palermo aveva fondato l'Accademia dei Geniali.

Tra le sue opere di successo va annoverato il "De recta methodo citandi auctores et auctoritates animadversiones criticae" pubblicato a Palermo nel 1718, in cui si occupava dei più clamorosi plagi di scrittori, segnalando parimenti le citazioni scorrette e fornendo altre notizie sugli pseudonimi e sulle opere anonime.

Buon oratore, venne chiamato più volte nell'Accademia del Buongusto di Palermo di cui era socio; alcune di queste relazioni vennero pubblicate: "Dell'origine e modo di computare le Olimpiadi"; "L'orazione in morte del geografo Agatino Daidone".

Scrisse pure un trattato di fisica naturale in latino. Rimasero manoscritte "Le memorie storiche del Regno di Sicilia", in due parti, in cui narrò degli avvenimenti seguiti alla morte di Carlo II e fino alla coronazione di Vittorio Amedeo; nella seconda parte si occupò della venuta degli spagnoli nel 1718 delle guerre seguite e del possesso del Regno da parte dell'Imperatore austriaco nel 1720.