Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Novelli Pietro
(Pittore)

Nato a Monreale nel 1603 e morto a Palermo nel 1647.

Si forma presso la bottega del padre pittore a Monreale.

In seguito, a Palermo, subisce l'influenza dei dipinti di scuola genovese presenti nell'Oratorio di Santo Stefano Protomartire al Monte di Pietà e dell'Adorazione dei Pastori di Caravaggio dell'Oratorio di San Lorenzo.

Sono anche forti le influenze dei pittori fiamminghi presenti all'epoca a Palermo, come per esempio Antoon van Dyck che soggiornò nella capitale siciliana nel 1624.

I viaggi di Novelli ebbero una grande importanza nell'evoluzione della sua pittura.

Visitò Roma tra il 1622 e il 1625, dove ebbe modo di studiare i maggiori pittori del Rinascimento.

Nel corso di un viaggio a Napoli nel 1630, vide i lavori di Jusepe de Ribera e di alcuni pittori naturalisti napoletani che lo incoraggiarono a sviluppare una pittura più realistica.

Fu uno dei maggiori pittori del suo tempo e fu nominato "pittore reale".

Inoltre gli furono commissionati quadri religiosi per numerose chiese ed affreschi che adornano le ville della nobiltà siciliana.

Numerose sue opere sono esposte presso la Galleria Regionale di Sicilia di Palazzo Abatellis a Palermo.

Opere

1629 - affresco Daniele nella fossa dei leoni nella volta del refettorio dell'Abbazia di San Martino delle Scale a Monreale (Palermo);

1631 - ciclo d'affreschi dedicato alla Natività nella cappella di villa Valdina a Santa Flavia (Palermo);

1632 circa - pala Santa Rosalia scende dal cielo tra gli appestati nel Duomo di Castiglione delle Stiviere (Mantova);

1639/40 - tele nell'Oratorio del Rosario di San Domenico a Palermo;

1647 - pala Sposalizio della Vergine nella Chiesa di San Matteo a Palermo, sua ultima opera.