Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Bruno Giovanni
(Economista)

Nato a Palermo il 9 maggio 1818 e morto il 26 aprile 1891

Uno dei maggiori fautori del liberismo economico; nel 1844 ottenne la cattedra di economia civile all'Universita' di Palermo e, nel 1875, quella di statistica, che mantenne fino al 1885, anno in cui gli successe il suo allievo Francesco Maggiore Perni.

Nel 1862 fu nominato direttore della Cassa di Risparmio V.E. di Palermo.

Nel 1868 fondò la Societa' di economia politica che, nel 1875, trasformò in Societa' siciliana di economia politica, sull'esempio della Societa' "A. Smith"  fondata da Francesco Ferrara a Firenze e di cui anch' egli era stato socio fondatore.

Sulla rivista ufficiale della Societa' gli "Atti", pubblicò moltissimi articoli e saggi su svariati e importanti argomenti di natura economica e sociale.

Dal 1869 al 1872 ricoprì  l'incarico di assessore alla pubblica istruzione nel Consiglio comunale di Palermo e si impegnò nel riordino delle scuole, a favore delle quali nel 1869 pubblicò la "Relazione sulle scuole municipali e sui nuovi ordinamenti per lo direzione e governo delle medesime".

Durante la rivoluzione del 1848, fece parte del Parlamento siciliano come rappresentante dell'Universita' ma dopo la restaurazione borbonica fu costretto a ritirarsi dalla scena politica. Numerosi i suoi saggi politici ed economici su giornali specializzati.

Lasci?incompleta l'opera "Scienza dell'ordinamento sociale ovvero Nuova esposizione dell'economia politica", di cui riuscì a pubblicare solo due dei tre volumi previsti a Palermo 1859, Clamis e Roberti e Palermo 1862, Virzì.