Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Busacca Raffaele
(Economista e politico)

Nato a Palermo il 10 gennaio 1810 e morto a Roma il 24 gennaio 1893

Si interessò presto di studi economici, influenzato in questa scelta dalla lettura delle opere di Romagnosi.

Nel 1835 pubblicò il suo primo lavoro "Sull'lstituto di Incoraggiamento e sull' industria siciliana,Ragionamento economico"  che gli consenta' di divenire membro dell'Istituto.

Accolto anche nell'Accademia di Scienze e Belle Lettere, nel 1844 vinse il concorso per la cattedra di Economia civile dell? Universita' di Palermo.

Nel 1847 lasciò Palermo per trasferirsi a Firenze, dove collaborò al giornale "La Patria", fondato da Bettino Ricasoli ed al giornale "Il Costituzionale", in cui si pronunciò per una Federazione italiana. Successivamente maturò idee unitarie.

In occasione della rivoluzione del 12 gennaio 1848, scrisse "La Sicilia considerata politicamente in rapporto a Napoli e all'Italia".

Fu eletto deputato al Parlamento toscano ed ammesso all'Accademia dei Georgofili.

Insieme a Paolo Emiliani Giudici tradusse l'opera di Brougham ?La filosofia politica?.

Nel 1859, Ricasoli lo nomin?Ministro delle finanze nel governo provvisorio della Toscana; a lui si debbono il  completamento della bonifica della palude di Bientina e la dotazione di strade ferrate in Toscana, oltre allo sviluppo del commercio.

Eletto deputato al Parlamento italiano nel 1868, a Firenze fu tra i soci fondatori della ?Societa' di economia politica italiana?, sorta con l'intento di promuovere e diffondere gli studi economici.

Nel 1874 ader?alla ?Societa' Adamo Smith?, di cui uno dei fondatori era stato Francesco Ferrara. Nel 1889 ebbe la nomina a senatore del Regno.