Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Dell'Aquila Pietro
(Pittore e incisore)

Sarebbe nato a Palermo e morto ad Alcamo nel 1692,

Il Sarullo, lo ritiene originario di Marsala.

Sempre il Sarullo lo vuole allievo di Pietro Novelli, anche se appare certo che si formò alla scuola di Pietro Del Po'.

Come il Novelli, con il quale fu in stretto contatto, appartenne alla cerchia di Carlo Maria Ventimiglia.

Divenuto sacerdote secolare il Dell'Aquila si recò a Roma, dove ebbe rapporti con i più famosi artisti del tempo e in particolare con Carlo Maratta di cui fu amico.

Fu apprezzato soprattutto per la sua opera d'incisore.

Tra le stampe eseguite a Roma vanno citate le "Cinquantacinque Tavole" che riproducevano le decorazioni di Raffaello nelle Logge Vaticane; le "Imagines Farnesiani Cubicoli" che riproducevano le fatiche d'Ercole dipinte dal Carracci per Palazzo Farnese e i "Ritratti degli Imperatori romani".

In Sicilia la sua attività fu maggiormente dedita alla pittura.

Il nipote Francesco Faraone (1676 ca.- 1740 ca.) seguì temi e gli interessi dello zio, riproducendo ad incisione opere pittoriche di artisti celebri e architetture antiche.

Tra queste ricordiamo le "Cinquanta Tavole" con la raccolta di statue antiche e moderne per l'omonima opera di Paolo Alessandro Maffei, le camere sepolcrali dei liberti e liberte di Livia Augusta, la raccolta di vasi diversi del 1713.