Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Di Castro Scipione
(Poeta)

Nato nella prima metà
del secolo XVI (se ne contendono i natali Palermo e Messina) e morto dopo il 1589.


Abbracciata la carriera militare, visse alla corte del governatore di Milano, Ferrante Gonzaga, in qualità di consigliere e di diplomatico.

Fu anche alle dipendenze del Re di Spagna fino al 1557 e successivamente passò al servizio di Andrea Doria.

Nel 1560 venne a Palermo e dopo alterne vicende, passò alle dipendenze del vicerè Garzia di Toledo come consigliere politico ed esperto di costruzioni idrauliche.

Si fece promotore della costruzione del molo di Palermo.

Intanto componeva poesie, sonetti e scrisse molte "Imprese", opere che avevano come protagonisti i cavalieri delle giostre e dei tornei che si tenevano frequentemente in quei tempi a Palermo.

Visse anche alla corte del papa Gregorio XIII, per conto del quale diede inizio alla bonifica delle paludi pontine e fortificò la Comune di Ancona.

Lasciò molti scritti politici, tra i quali ricordiamo: "Istruzioni al Duca di Terranova", ambasciatore in Roma, circa il modo come deve trattare gli interessi della maestà cattolica; "Istruzioni ai Principi" per sapere ben governare gli Stati.

E' considerato un continuatore delle idee di Machiavelli e gran parte dei suoi scritti furono pubblicati nel "Tesoro politico" stampato nel 1589.