Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cottone Carlo
(Politico)

Nato il 30 settembre 1756 e morto il 29 dicembre 1829.

Principe di Castelnuovo e di Villarmosa, duca di Bavuso, fu il primo dei baroni siciliani a rinunziare ai propri diritti feudali. Difese strenuamente i diritti del Parlamento siciliano e, per la sua fierezza nei confronti del Re, fu arrestato nel 1811 e confinato nell'isola di Favignana.

All'arrivo di lord Bentinck, ministro plenipotenziario inglese, fu liberato e l'anno successivo nominato ministro delle finanze.

Insieme al nipote, il principe di Belmonte e all'abate Paolo Balsamo, contribuì alla riforma della vecchia costituzione del Regno riformandola sul modello di quella inglese.

Dopo la chiusura del Parlamento nel 1815 e l'abolizione della Costituzione, si dimise e, deluso, si rifugiò nella sua villa ai Colli.

Non avendo figli, lasciò il suo patrimonio per la fondazione di un istituto agrario, per istruire a metodi pratici e razionali i giovani agricoltori, ed un forte legato a chi avesse ridato la Costituzione alla Sicilia.

L'Istituto fu inaugurato nel 1847, 18 anni dopo la sua morte, da Ruggero Settimo, suo grande amico ed esecutore testamentario.

Nella piazza a lui intitolata sorge il monumento, opera dello scultore Domenico Costantino, inaugurato il 25 marzo 1873 in occasione della ricorrenza del 25°anniversario della convocazione del Parlamento siciliano nella chiesa di S. Domenico.