Comune di Palermo -

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

COSA FARE PER ...
(Rif. 1075) - PROCEDIMENTO PER ADEMPIMENTI DISPOSTI DAL GIUDICE TUTELARE SEZIONE VOLONTARIA GIURISDIZIONE TRIBUNALE PENALE E CIVILE DI PALEMO
Descrizione della procedura
Il Giudice Tutelare, quando ne ravvede l'opportunitÓ, dispone in decreto il coinvolgimento dell'U.O. A-Sostegno per il trattamento di decreti di amministrazione di sostegno in favore di cittadini con problematiche di alzheimer, demenza senile, handicap, salute mentale, e situazioni di confine tra le varie tipologie, a seguito Protocollo d'intesa del 29 ottobre 2012 tra Presidenza del Tribunale di Palermo e Assessorato alla Cittadinanza Sociale del Comune di Palermo. Normativa di riferimento L. 6/2004.
Di seguito le competenze attribuite:
• raccordo istituzionale con l'Ufficio del Giudice Tutelare, in particolare: recepimento dei Decreti del Giudice in cui sia disposto il coinvolgimento dei servizi per valutazione e trasmissione ai servizi competenti alla presa in carico; collegamento con i servizi sociali e sanitari per comunicazione dati e informazioni sugli interventi
• azioni di informazione e consulenza per la presentazione del ricorso per Amministrazione di Sostegno, art. 404 e seguenti c.c., o per la segnalazione alla Procura della Repubblica, art. 406 c.c.
• azioni di in-formazione, consulenza e supporto tecnico agli Amministratori di sostegno per l'integrazione delle competenze, nel rispetto dei bisogni e delle aspirazioni del beneficiario e dei vincoli di legge, anche attraverso l'organizzazione di gruppi di confronto
• azioni di formazione, aggiornamento e consulenza destinate agli operatori dei servizi sociali e sanitari pubblici e privati, sulla metodologia di "progetto individuale"
• promuovere rapporti con le associazioni di volontariato, associazioni di avvocati e con soggetti del terzo settore, attivando forme di collaborazione, per l'informazione ai cittadini, campagne di comunicazione, azioni di supporto che consentano di coinvolgere volontari adeguatamente preparati nella gestione delle amministrazioni di sostegno, delle tutele e delle curatele
• promuovere il reperimento di nuove disponibilitÓ all'esercizio della funzione di amministratore di sostegno tramite azioni di sensibilizzazione e in-formazione
• produrre rapporti annuali sull'attivitÓ, al Giudice Tutelare ed all'Assessore.
Il ricorso per amministrazione di sostegno.
Il cittadino che necessita di protezione tramite amministrazione di sostegno o un suo familiare pu˛ inoltrare il ricorso direttamente al Giudice Tutelare, ai sensi degli art. 404 e successivi del Codice Civile.
Il ricorso si presenta presso la Cancelleria del Giudice Tutelare Sezione Volontaria Giurisdizione del Tribunale di Palermo, II piano - dal lunedi' al venerdi' dalle ore 9 alle 12.
Il servizio sociale o sanitario che intercetta una situazione in cui emerge la necessitÓ di protezione tramite amministrazione di sostegno inoltra segnalazione alla Procura della Repubblica ed al Giudice Tutelare (art. 406 C.C. "I responsabili dei servizi sanitari e sociali direttamente impegnati nella cura e assistenza della persona, ove a conoscenza di fatti tali da rendere opportuna l'apertura di amministrazione di sostegno, sono tenuti a proporre al giudice tutelare il ricorso di cui all'articolo 407 o a fornirne comunque notizia al pubblico ministero").
Ufficio competente :
Settore/Ufficio :
Dirigente Responsabile :
.telefono fax
mail
Servizio :
Dirigente Responsabile :
fax fax
mail
mail
Normativa di riferimento :
Unità Organizzativa responsabile dell'istruttoria :
Area :
Settore/Ufficio :
Servizio :
Unità Organizzativa :
Responsabile del procedimento :
Dott.ssa Cantelmo Paola
fax091 7408140
mailp.cantelmo@soc.comune.palermo.it
Modalità di accesso al procedimento :
Non Ŕ prevista istanza per l'accesso, l'UnitÓ Organizzativa A-Sostegno interviene su mandato del Giudice Tutelare (C.C. art. 344) o su richiesta di intervento sociale o di orientamento da parte degli interessati.
Termine di conclusione del procedimento :
Entro 30 giorrni dal recepimento del decreto viene effettuata la prima valutazione, gli interventi successivi si sviluppano secondo i tempi stabiliti in progetto.
Il provvedimento può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio assenso dell'amministrazione :
no
Tutela Amministrativa :
attivazione potere sostitutivo
Link di accesso al servizio on line :
Attualmente non è attivo il servizio online
Modalità per l'effettuzione dei pagamenti :
Non sono previsti pagamenti
Potere sostitutivo da attivare in caso di inerzia :
Titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia è:
telefono
mail
Per l'attivazione di tale potere può essere inviata apposita istanza alla casella di posta elettronica certificata del Settore/Ufficio comptetente all'adozione del procedimento finale
PEC
o con scritto indirizzata allo stesso al seguente indirizzo :
sede - PALERMO (PA)
Risultati delle indagini di customer satisfaction condotte sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali, con il relativo andamento :
Non risultano eseguite indagini
Modulistica :
Non è prevista modulistica
Uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, recapiti telefonici e caselle di posta elettronica istituzionale a cui presentare le istanze :
Torna all'elenco dei procedimenti