Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Polizia Municipale - Nopa sequestra due autolavaggi ed una officina di autoriparazioni -

(data pubblicazione 20 Settembre 2017)

Controlli ambientali della Polizia Municipale negli autolavaggi e nelle autofficine di riparazione: gli agenti del Nopa – il nucleo operativo di protezione ambientale – secondo le direttive predisposte dal Comandante Vincenzo Messina, hanno compiuto accertamenti sul generale rispetto della normativa vigente, monitorando in particolare le modalità di smaltimento delle acque reflue che si ripercuotono sulla salubrità dell’ambiente.                               

Per le irregolarità riscontrate, sono state sequestrate tre attività; due autolavaggi, rispettivamente ubicati in via Contessa Giuditta ed in via Zisa ed una autofficina con sede in via Conte Ruggero.

In via Contessa Giuditta, nel quartiere Zisa, un autolavaggio di circa 50 metri quadrati è stato sequestrato perché il titolare, G.S. di 30 anni, esibiva la certificazione Aua scaduta e non rinnovata; l'autorizzazione unica ambientale, è necessaria per lo scarico delle acque reflue.

E’ stato inoltre denunciato all’autorità giudiziaria per l’occupazione abusiva di suolo pubblico con un gazebo, utilizzato per l’asciugatura dei  veicoli.

Un altro autolavaggio di circa 60 metri quadrati ubicato in via Zisa, è stato riscontrato in attività, nonostante il sequestro per mancanza di autorizzazioni amministrative, eseguito dal nucleo nel 2016 e già ratificato dal Suap, lo sportello unico attività produttive.

Il titolare, M.G. di 45 anni, risultato peraltro, privo di autorizzazione ambientale è stato denunciato all’autorità giudiziaria per  violazione di sigilli.

Infine, in via Conte Ruggero, parallela di via Archimede, con intervento congiunto con gli agenti del commissariato “Politeama”, è stata sequestrata una officina di autoriparazioni di circa 70 metri quadrati perché abusiva: il titolare  F.S. di 58 anni, non possedeva la certificazione Aua allo scarico delle acque reflue e la certificazione amministrativa necessaria per la conduzione dell’attività.