Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Rifiuti, incremento dei controlli su abbandono illecito e raccolta differenziata

(data pubblicazione 07 Novembre 2017)

Aumentano i controlli della Polizia Municipale sul versante dell’abbandono dei rifiuti e della raccolta differenziata. I numeri hanno registrato una impennata, grazie al potenziamento del nucleo tutela decoro e vivibilità e igiene urbana, effettuato nel mese di settembre su input del sindaco.

Con il trasferimento da altri reparti di ufficiali ed agenti, il nucleo è stato potenziato con 12 componenti, passando così dai precedenti 27 agli attuali 39 e con la dotazione di tre veicoli in più. In questo modo è stato possibile  incrementare il nucleo di 5 pattuglie, 4 delle quali affiancano il personale della Rap per i controlli sulla raccolta differenziata da parte delle utenze domestiche e commerciali. I fatti già parlano da soli: rispetto al mese precedente, sul fronte del controllo dell’abbandono illecito dei rifiuti i controlli sono più che raddoppiati, così come le sanzioni comminate, mentre sulla raccolta differenziata i controlli sono quintuplicati e le sanzioni aumentate in proporzione

Più specificamente, in merito all’abbandono illecito dei rifiuti se nel mese di settembre sono stati effettuati 178 controlli e 34 sanzioni, nel mese di ottobre, l’incremento di personale ha contribuito a programmare più controlli che sono passati a 397 con un conseguente incremento delle sanzioni a 92.

I controlli sulla raccolta differenziata dai 119 (con 35 sanzioni comminate) di settembre, hanno avuto un notevole incremento, registrandone 765 con 59 sanzioni.
Sull’entità delle sanzioni per l’abbandono illecito dei rifiuti , la normativa prevede importi diversi, che vanno dai 167 euro circa per chi abbandona il classico sacchetto fuori orario o al di fuori dei cassonetti,  ai 333 euro per chi si disfa di rifiuti ingombranti, quali mobili, materassi, infissi, frigoriferi; questi, è bene ricordare, vanno avviati in discarica attraverso le isole ecologiche oppure previa telefonata per il ritiro a domicilio, a cura della Rap. Nei casi più gravi riguardanti l’abbandono di rifiuti pericolosi la sanzione è di 600 euro.
I controlli continueranno senza sosta al fine di assicurare il giusto decoro e maggiore vivibilità alla città, garantendone migliori condizioni igieniche e proteggendo al contempo l’ambiente.