Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

STUDENTI DEL COMENIUS A PALAZZO DELLE AQUILE

(data pubblicazione 22 Maggio 2013)

Il Presidente del Consiglio comunale Totò Orlando, l'Assessore alla Scuola Barbara Evola e l'Assessore alla Partecipazione Giusto Catania hanno partecipato ad un incontro, relativo al Progetto Comenius, presso l'Aula consiliare di Palazzo delle Aquile con la Scuola Media Antonio Ugo. La delegazione della scuola era guidata dalla Preside Pia Blandano e da tre gruppi di alunni e professori, provenienti dalla Turchia, dalla Spagna e dall'Inghilterra, cui il Presidente Totò Orlando ha donato una targa ricordo dell'evento come segno concreto di vicinanza fra la nostra città e gli altri popoli. 'Palermo dimostra ancora una volta la vocazione alla multiculturalità - afferma Giusto Catania, che prosegue: 'al centro del Mediterraneo è da sempre, non solo luogo di approdo temporaneo per chi fugge dai teatri di guerra o di visita per turisti di passaggio, ma terra di accoglienza per chiunque voglia restare e contribuire con la propria cultura alla crescita e allo sviluppo della nostra città.' 'Questi progetti offrono l'occasione di entrare in contatto con altre culture che fanno parte del vecchio continente - ricorda Barbara Evola. 'Incontri di questo genere possono educare i ragazzi e gli adulti a ri-pensare ad una vera Europa dei popoli, che parta dal basso e non sia invece uno strumento nelle mani di una tecnocrazia senza anima. In occasione del ventennale della manifestazione 'Palermo apre le porte', stiamo cercando di creare occasioni per gemellare Palermo con altre realtà europee, in un contesto che vede la nostra città aperta non solo da un punto di vista architettonico e monumentale, ma anche rispetto alle tradizioni culturali e ai costumi provenienti da luoghi diversi del mondo.'