Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

RIFIUTI. RIPRENDE RIMOZIONE AMIANTO E SFABBRICIDI

(data pubblicazione 31 Maggio 2013)

Il Comune ha stipulato ieri il contratto per il Servizio di rimozione, trasporto e smaltimento di rifiuti pericolosi in cemento amianto e rifiuti misti di costruzione e demolizione (c.d. sfabbricidi) abbandonati in strade ed aree pubbliche. A svolgere questo servizio nei prossimi mesi sarą la ditta L'Ammiraglia Recuperi Ambientali che ha sottoscritto un contratto di 22.850 euro oltre IVA. In questo modo l'Amministrazione ha individuato una soluzione tampone, in attesa che il TAR si pronunci su una precedente gare (dell'importo di 170.000 euro) che č in atto sospesa. L'impresa ha avuto immediatamente affidato il servizio e sta quindi gią predisponendo (con procedura d'urgenza richieste dall'Amministrazione) il Piano di Lavoro che deve essere obbligatoriamente approvato dall'ASP. Ottenuto il parere dell'Azienda Sanitaria, si procederą con gli interventi su indicazione del Servizio Ambiente, dando prioritą alla rimozione di rifiuti in cemento amianto abbandonati vicino a siti sensibili (es: scuole, ospedali, etc..) o che si trovano in condizioni precarie (es: manufatti frantumati, su sede stradale, ...). 'Con questo contratto - spiega l'Assessore Giuseppe Barbera - saremo in grado di effettuare il servizio per alcuni mesi ed affrontare le emergenze, in attesa che si sblocchi la vicenda burocratica che blocca la gara pił complessiva.' 'Se fosse necessario - conclude Barbera - in fase di approvazione delle manovre finanziarie, proveremo ad individuare altre somme da destinare al servizio, attraverso le procedure previste dalla normativa sugli appalti.' Si ricorda che tramite la sezione Geoblog del sito Internet del Comune i cittadini possono segnalare la presenza di discariche abusive.

</> Ambiente