Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

APE-CALESSE. DETTAGLI DEL REGOLAMENTO

(data pubblicazione 13 Giugno 2013)

Dopo una lavoro durato 9 mesi, che ha visto il confronto serrato e la collaborazione di tutte le parti sociali e datoriali in causa (associazioni di categoria della Confartigianato, Sindacati dei TAXI, cooperative), oggi in Consiglio Comunale si č approvato il nuovo regolamento del servizio delle Carrozze e delle Apecalesse. Questo nuovo servizio prevede principalmente: la concessione di n.ro 15 licenze per il servizio pubblico con motocarrozzette che potranno essere ampliate dopo 2 anni a 20 sempre che da una analisi dei flussi turistici sia giustificato l'aumento che deve essere comunque autorizzato dalla Giunta comunale; la concessione della licenza tramite bando pubblico e valutati i requisiti di legge, la non cumulabilitā delle stesse licenze, l'area di operabilitā del servizio limitata ai 4 mandamenti di Palermo (il centro storico). 'Questo positivo risultato che pone fine a un sistema abusivo di trasporto venutosi a creare negli anni nella cittā di Palermo - afferma l'Assessore Marco Di Marco - č stato raggiunto grazie anche a un rapporto costruttivo di tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione che ha visto protagonisti le commissioni consiliari, i capi gruppo e tutti i singoli consiglieri che si sono fatti carico di risolvere una questione che oramai era diventata insostenibile per la cittā e l'immagine turistica stessa.' 'Siamo convinti - prosegue il responsabile dell'Assessorato per le Attivitā produttive - del fatto che anche oggi si č aggiunto un tassello positivo e costruttivo del complesso mosaico di questa cittā, certi di avere trovato un punto di incontro fra l'esigenza di ricondurre a legalitā un settore delle attivitā produttive, risolvendo un problema di abusivismo e regolando livelli accettabili di sostenibilitā del mercato del trasporto urbano.' 'Con questo strumento - conclude Di Marco - diamo oggi nuove certezze occupazionali e salvaguardando i principi di libera concorrenza e di mercato migliorando i servizi di mobilitā principalmente per il turista, aumentando allo stesso tempo i livelli di servizio e sicurezza del servizio stesso.'

</> Impresa