Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Polizia Municipale - Controlli in via Don Minzoni

(data pubblicazione 18 Giugno 2019)

Vasta operazione della polizia municipale ieri mattina nel complesso di case popolari di via Don Minzoni, confinante con una  concessionaria di auto  di via Imperatore Federico.

Coordinati dal comandante Gabriele Marchese, 36 ufficiali ed agenti appartenenti ai nuclei di polizia giudiziaria, ambientale,  stradale e amministrativa, su delega  dell'autorità giudiziaria hanno compiuto degli accertamenti all'interno del mini quartiere di case popolari composto da 130 appartamenti distribuiti in 11 palazzine. Insieme agli agenti sono intervenuti i tecnici dell'istituto case popolari per verificare eventuali abitazioni occupate abusivamente e i tecnici dell'azienda elettrica a caccia di allacci abusivi.

Al termine dei controlli, sono state sequestrate dieci  baracche in lamiera illegalmente realizzate a ridosso del muro di cinta che delimita l’area  confinante con via Imperatore Federico.

All’interno delle baracche sono stati rinvenuti  rifiuti ferrosi, tossici e pericolosi come resti di computer,  materiali elettrici, elettrodomestici e bombole di gas,  custoditi per essere rivenduti.

13 persone sono state identificate per verificare  il possesso dei titoli autorizzativi per l’occupazione degli immobili e dei terreni presenti.

Un trentaquattrenne scoperto con un allaccio abusivo è stato denunciato a piede libero per furto di energia elettrica.

Inoltre sono stati eseguiti controlli su dieci   veicoli,  alcuni dei quali  commerciali,  per accertarne la provenienza e la copertura assicurativa; sono state comminate 4 sanzioni per mancata revisione, mancanza di copertura assicurativa e  irregolarità riscontrate sulla patente di guida e nei  documenti di circolazione. A ciascun proprietario dei 4 cani rinvenuti  all’interno del complesso sono state comminate sanzoni per assenza di microchip. Da tutti gli accertamenti eseguiti si proseguirà con i riscontri d'ufficio.

foto