Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

GELMINI: COMUNE CONTRO DECRETO TAGLIA PRECARI

(data pubblicazione 05 Agosto 2013)

Il Comune di Palermo, come già altre importanti Amministrazioni, fra cui la Provincia di Roma e i Comuni di Napoli, Fiesole e Imola, si è costituito in giudizio ad adiuvandum presso il TAR del Lazio a sostegno del 'Coordinamento nazionale per la scuola della Costituzione', e di un gruppo di cittadini, docenti e di associazioni che hanno promosso un ricorso contro la circolare Gelmini del 14 marzo 2011 e il conseguente decreto interministeriale che ha tagliato indiscriminatamente gli organici della scuola pubblica lasciando per strada circa 150.000 precari tra docenti, bidelli e personale A.T.A. 'Quella dolorosa operazione - ha detto l'Assessore alla Scuola Barbara Evola - che ha penalizzato fortemente il sistema scolastico delle regioni del sud e della Sicilia in particolare, è stata fatta dall'ex ministra senza richiedere il parere obbligatorio della Conferenza Unificata Stato-Città-Regioni e cioè della rappresentanza degli Enti Locali. Il ricorso, dunque, fa leva sull'illegittimità di un provvedimento che, nell'ottica miope di un risparmio per lo Stato, ha inferto un duro colpo ad un settore centrale e da troppo tempo maltrattato in Italia come quello dell'Istruzione. Oggi con la Costituzione in Giudizio l'Amministrazione Comunale di Palermo ha voluto dare un segnale politico chiaro, cui speriamo si unisca anche la Regione Siciliana ed in particolare l'Assessore Scilabra. La costituzione in Giudizio del Governo regionale, in rappresentanza della Regione maggiormente penalizzata da quel provvedimento, sarebbe un grande segnale di unità fra le Istituzioni chiamate a difendere gli interessi della scuola pubblica, dei suoi lavoratori e degli studenti.'