Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

Incontro in Prefettura su discarica Bellolampo - L'intervento del sindaco Orlando

(data pubblicazione 30 Settembre 2019)

Il sindaco Leoluca Orlando ha partecipato oggi con l'assessore all'Ambiente, Giusto Catania, all'incontro organizzato dalla Prefetta in merito alla situazione della discarica di Bellolampo.

Il sindaco ha espresso "apprezzamento per la convocazione della riunione che ha consentito di fare il punto e chiarezza sulla situazione a Palermo e nella intera Sicilia".

Il sindaco ha ricordato le precedenti denunce fatte, anche con ANCI Sicilia, circa lo "stato di calamità istituzionale di questo settore", ribadite pochi giorni fa anche alla Commissione antimafia regionale ed in passato a quella nazionale ed alla commissione sulle ecomafie.

A queste ultime due Commissioni parlamentari il Sindaco ha chiesto nei giorni scorsi una nuova convocazione, mentre ha interessato della situazione siciliana i Ministeri dell'interno e dell'ambiente.

"La riunione di oggi - ha detto il sindaco - conferma che siamo in presenza di un clima e di una organizzazione di operatori privati del settore - alcuni dei quali sotto indagine anche per gravi reati - che continuano a trarre profitti parassitari dalla mancanza di impiantistica regionale pubblica, così come conferma il verificarsi di atteggiamenti che appaiono ostili se non di ostacolo alla gestione pubblica RAP dei rifiuti. Su tali atteggiamenti ho chiesto e chiedo un intervento della Regione e della Magistratura, già da tempo interessata.

L'emergenza rifiuti è il frutto di un sistema perverso  e speculativo privato che si somma alla mancanza di una rete di impianti pubblici, che ha finito per far carico sulla discarica di Bellolampo, unico impianto pubblico di proprietà comunale nella Regione siciliana.  

Ho chiesto che il Dipartimento regionale eserciti ogni attività di competenza affinché i gestori privati non tengano comportamenti incompatibili con il regime autorizzatorio regionale degli stessi impianti privati e per una accelerazione delle procedure per la realizzazione della VII vasca di competenza della Regione". 

mappa