Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

Capodanno. Presentati in conferenza stampa i dettagli degli spettacoli in Piazza Giulio Cesare e a San Giovanni Apostolo

(data pubblicazione 30 Dicembre 2019)

Si è svolta questa mattina, presso la Sala Petrucci di Palazzo Ziino, la conferenza stampa di presentazione dello spettacolo che animerà la notte di Capodanno 2020 e che vedrà coinvolti due luoghi della città: Piazza Giulio Cesare e l'area antistante al Giardino Peppino Impastato, nel quartiere di San Giovanni Apostolo.

All'incontro con i giornalisti oggi erano presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore alle Culture Adham Darawsha, i responsabili di Puntoeacapo Concerti, il direttore artistico Nuccio La Ferlita e alcuni degli artisti che animeranno la serata.

"La scelta di due luoghi, anziché uno - ha dichiarato il sindaco Orlando - nasce dal fatto che Palermo è una città che non vuole avere un centro in alternativa alle altre parti dell’unico mosaico e che ha scelto di superare la marginalità delle attuali cosiddette periferie. Un tempo proprio il centro storico era la più degradata delle periferie (periferia esistenziale ancorché non geografica) del capoluogo. Per noi esiste un'unica città, un'unica straordinaria comunità. La nostra affermazione 'io sono persona, noi siamo comunità' vale su tutto il territorio della città di Palermo. Il mio invito, quindi, è quello di divertirsi a Capodanno e pensare a cosa fare ciascuno per rendere ancora migliore la nostra città".

"Auguro alle cittadine e ai cittadini palermitani di godersi appieno i due concerti di domani sera - ha dichiarato l'assessore Darawsha -. Individuare due piazze della nostra città per attendere l'arrivo del nuovo anno è stata una scelta ponderata e strategica da parte dell'Amministrazione comunale. L'intento era, infatti, quello di richiamare l'attenzione su alcune aree della Città che nel passato non erano state mai coinvolte per i grandi eventi, in linea con un modo rinnovato di guardare alle attività culturali come motore di rigenerazione urbana e di promozione anche delle periferie, le quali, fra l'altro, già nei giorni scorsi avevano fatto da cornice ad alcune manifestazioni artistiche natalizie".  

mappa
foto foto foto foto foto foto foto foto foto