Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Sostenibilità. Il 13 aprile inizia percorso di partecipazione per PAESC. Orlando e Catania: Opportunità da non perdere per città vivibile

(data pubblicazione 25 Marzo 2021)

La partecipazione democratica è fondamentale per perseguire gli obiettivi collettivi previsti nel Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima (PAESC): è questo il senso dell'incontro pubblico, in videoconferenza, promosso dall’Amministrazione comunale, che si svolgerà il 13 aprile alle 15, anzichè giorno 1 come precedentemento stabilito, con la partecipazione dell'Esperto di Gestione Energetica (EGE) del Comune, ing. Pier Francesco Scandura.

Il sindaco Leoluca Orlando sottolinea che lo scopo del lavoro partecipato è quello di "definire le politiche energetiche per raggiungere l'obiettivo europeo di riduzione delle emissioni di CO2 di almeno il 40% entro il 2030, programmare interventi specifici sulle tematiche energetiche e ambientali a favore della collettività in grado di stimolare il rilancio economico e combattere la povertà energetica”.

La partecipazione all'incontro è aperta a tutti: singoli, portatori d'interessi, comitati, rappresentanti delle associazioni che potranno partecipare iscrivendosi sul sito del Comune di Palermo all'indirizzo http://tiny.cc/PAESC_Palermo

“Abbiamo deciso di avviare una piattaforma partecipativa - spiega l'assessore Giusto Catania - per permettere ai cittadini di documentarsi, inviare contributi e proposte utili alla redazione del PAESC. Il Piano rappresenta il primo passo per tracciare un impegno condiviso che contribuirà a consolidare un percorso di cambiamento. È una meta importante per la città di Palermo, le amministrazioni locali hanno un ruolo chiave nella lotta al cambiamento climatico, ma per raggiungere obiettivi così importanti è fondamentale il dialogo e il contributo di enti, associazioni e soggetti attivi nel territorio”.