Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Polizia municipale

(data pubblicazione 28 Ottobre 2014)

Nella imminente ricorrenza della commemorazione dei defunti, nell'offerta commerciale tra i doni da regalare ai bambini, da qualche tempo rientrano le cosiddette minimoto. Ma attenzione, perché un conto sono le minimoto giocattolo, con motore elettrico, altro, le minimoto dotate di motore a scoppio. Le prime sono destinate per i bambini al di sotto di 3 anni con motore elettrico a batteria che in genere non superano la velocità massima di 8 Km/h. Altra cosa, sono invece le minimoto dotate di motore a scoppio, a combustione interna che riproducono, in scala ridotta, motociclette da corsa o da cross e che possono superare anche i 50 km/h. Che le minimoto, quelle dotate di motore a scoppio, non sono giocattoli e non possono circolare su strada o spazi pubblici lo ha ribadito la terza sezione della Corte di Cassazione penale (sentenza n. 20253/2014) che ha anche affermato che la commercializzazione delle cd. 'minimotociclette', avviene violando l' obbligo stabilito dal Codice del consumo di apporre in lingua italiana, un contenuto minimo di informazioni da dare al consumatore sull'uso e sui rischi dovuti all''utilizzo. Le minimoto immesse nel mercato, devono essere corredate da un libretto di istruzioni che deve fornire le informazioni essenziali circa l'utilizzo e la prevenzione dei rischi durante l'uso del prodotto. Anche la Commissione Europea è intervenuta in merito, raccomandando agli Stati membri di vietarne l'uso ai minori di 14 anni e richiamare all'uso del casco, da riportare come avvertenze al consumatore nei libretti di istruzioni e come prevenzione dei rischi. Quindi l'uso delle minimoto in strade pubbliche è assolutamente vietato, pena la confisca del mezzo.