Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

SALVAGIOCO - 29 OTTOBRE AL GIARDINO INGLESE

(data pubblicazione 26 Ottobre 2012)

La malnutrizione ogni anno causa la morte di due milioni e mezzo di bambini: 'Every One', la campagna mondiale di sensibilizzazione di Save the Children per combattere la mortalità infantile e che ha come simbolo un palloncino rosso, farà tappa a Palermo lunedì 29 Ottobre al Giardino Inglese. L'evento, che prenderà il via alle ore 9.30, è stato organizzato in collaborazione con la Uisp (Unione Italiana Sport per Tutti) e il CSI (Centro Sportivo Italiano) ed è stato presentato oggi presso l'Assessorato Cittadinanza Sociale del Comune di Palermo, alla presenza dell'Assessore comunale Agnese Ciulla, del Presidente UISP Sicilia, Fabio Maratea, e della Coordinatrice dei volontari di Palermo di Save the Children, Paola Sabatino. Lunedì la manifestazione vedrà la partecipazione dei bambini della scuola Carmelo Maneri del quartiere Brancaccio e delle scuole elementari Cesare Abba e La Masa, che daranno vita al 'Salvagioco', un grande gioco educativo per sensibilizzare i bambini e le famiglie sui temi della malnutrizione, degli sprechi alimentari e dell'urgenza dell'aiuto contro le malattie letali che ancora colpiscono i bambini nei paesi in via di sviluppo. La campagna si chiuderà con un'azione simbolica di tutti i partecipanti che firmeranno un Palloncino rosso. 'Come amministrazione non possiamo non salutare con soddisfazione quest'evento - ha dichiarato l'Assessore Ciulla - che vuole essere da un lato un contributo offerto in particolare agli alunni e alle famiglie di Palermo per la loro complessiva maturazione umana e civile, dall'altro una sfida: insistere in una attività culturale che sappia sensibilizzare la società a salvaguardare i diritti dei bambini di tutto il mondo che patiscono la fame e la miseria, muoiono a causa delle malattie e della denutrizione e cadono vittime delle guerre'.