Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

INTEGRAZIONE AFFITTO

(data pubblicazione 19 Settembre 2012)

Integrazione affitto: il 40% dei controlli rivela dichiarazioni mendaci. L'Assessorato alla cittadinanza dopo aver redatto le graduatorie per il contributo per l'integrazione affitto sulla base delle autocertificazioni rilasciate dai cittadini, sta eseguendo in questi giorni i controlli necessari ed obbligatori per verificare la veridicitą di tali dichiarazioni. Purtroppo, i dati che emergono dai controlli sono preoccupanti, poichč circa il 40% delle autocertificazioni risultano mendaci. Questo ha richiesto un aggravio di lavoro enorme per l'ufficio e per il personale addetto, anche perchč si č deciso di estendere il campione su cui si faranno i controlli. Mentre la legge obbliga ad effettuare un controllo sul 10% dei beneficiari, abbiamo deciso di effettuarlo sul 30% dei beneficiari. I dati riscontrati con le prime verifiche ci impongono infatti di vigilare al massimo per evitare che qualche 'furbo' usufruisca di un contributo che spetterebbe invece ad altri. Nei prossimi giorni, renderemo quindi pubblico il calendario dei pagamenti, partendo da coloro che hanno superato il controllo o non sono rientrati nel campione sottoposto a verifica. Questi due gruppi, che corrispondono a circa il 75% di coloro che sono in graduatoria, saranno pagati entro la metą di ottobre. Tutti gli altri dovranno purtroppo aspettare ancora parecchie settimane, perchč il numero di personale addetto al servizio č limitato. Sarebbe certamente meglio che coloro che sono consci di aver rilasciato dichiarazioni mendaci si autodenuncino ritirando la propria domanda. Eviteranno di incorrere in ben pił gravi sanzioni ed accelereranno il lavoro degli uffici riducendo i tempi di attesa per gli aventi diritto. Vale forse la pena di ricordare che coloro che dichiarano il falso non solo commettono un reato, ma danneggiano gravemente coloro che avrebbero davvero diritto al contributo. La somma residua, risultante dalla mancata erogazione a coloro che non hanno superato i controlli sulle autocertificazioni, sarą ridistribuita successivamente a tutti gli aventi diritto.