Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Gesip - Re.Se.T - Accordo fra Comune, Azienda e Sindacati

(data pubblicazione 30 Dicembre 2014)

Alle 5.30 di stanotte il Sindaco, accompagnato dall'Assessore Abbonato e dall'Assessore Lapiana, ha sottoscritto con le Organizzazioni Sindacali, col Presidente della Re.Se.T. e col liquidatore della Gesip, l'accordo che permette il transito dei lavoratori della società in liquidazione verso la nuova società consortile. Il transito avverrà in due momenti: 950 lavoratori subito ed i restanti entro il primo giugno 2015. A commento di questo importante passo il Sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato che 'si conferma la possibilità, la capacità e la volontà dell'Amministrazione comunale di Palermo, del sistema delle sue Partecipate e delle Organizzazioni sindacali di agire in sinergia per garantire l'occupazione dei lavoratori ed i servizi alla città. Oggi, in un panorama nazionale e regionale che vede migliaia di cittadini lavoratori negli Enti locali a rischio e che vede sempre maggiori tagli per i servizi, quello di Palermo si conferma un modello positivo di sinergia, impegno e possibilità di amministrare la cosa pubblica riducendo i costi senza fare azioni di macelleria sociale.' Di seguito le parti principali dell'accordo siglato ed in allegato il dettaglio. Le parti sono presenti al fine di individuare, sulla scorta degli impegni giuridici e finanziari che l'Amministrazione comunale di Palermo sarà in grado di sostenere per la soluzione strutturale della crisi delle società Gesip Palermo S.p.A. in liquidazione e Gesìp servizi s.r.l. in liquidazione, nell'ambito della procedura in corso di cui agli artt. 4 e 24 della I.223/91, soluzioni alternative ai paventati licenziamenti. Per il numero dei lavoratori coinvolti e per la rilevanza sociale delle proprie partecipate, il Comune di Palermo, ha avviato nel corso degli anni iniziative per la gestione della crisi delle suddette società, definendo lo scorso 30 dicembre 2013 un'intesa Istituzionale sottoscritta dallo stesso Comune, dalla Regione Siciliana, da Italia Lavoro su delega del Ministero Lavoro nonché dall'lnps per l'avvio di azioni intese al recupero, nonché alla fuoriuscita del personale complessivamente rientrante nel bacino dei lavoratori Gesip Palermo Spa in liquidazione e Gesip Servizi s.r.l. in liquidazione. Nell'ambito della su citata intesa Istituzionale il Comune di Palermo, tra l'altro, aveva assunto l'impegno di assorbire entro la fine dell'anno 2014 almeno 950 unità nell'ambito del sistema delle proprie partecipate. In considerazione dell'intervenuto mutamento dell'assetto complessivo degli ammortizzatori sociali in deroga del 1 agosto 2014, con una diversa durata massima dello strumento di 5 mesi prevista per l'anno 2015, il Comune ha previsto di anticipare il recupero occupazionale dell'intero bacino dei lavoratori complessivamente in forza nelle due società partecipate entro il prossimo 1 giugno 2015 di cui 950 dal 1 gennaio 2015 ed il restante personale dal 1 giugno 2015, tramite una propria società partecipata. Il Comune di Palermo ha approvato in data 13 novembre 2014 con delibera del Consiglio Comunale nr. 268, il proprio bilancio previsionale, prevedendo, fra l'altro, lo stanziamento di risorse strutturali pari a ¿. 29.000.000 per il biennio 2015/2016 per l'effettuazione di servizi, decidendo altresì, successivamente , la costituzione di una società consortile per la gestione dei suddetti servizi, avvenuta in data 17 dicembre 2014, giusta delibera del Consiglio Comunale del 15 dicembre 2014 nr. 375 e denominata Re.Se.T. Palermo S.C.p.A. contestualmente è stato avviato il procedimento per la definizione e la successiva stipula del contratto di servizio con la predetta società consortile; tale atto è in discussione in Consiglio Comunale. Le 00.SS., unitariamente, hanno richiesto garanzie da parte del Comune in ordine al recupero occupazionale di tutti i lavoratori entro e non oltre il prossimo 1 giugno 2015 ed in ordine agli impegni finanziari per incrementare nel tempo le risorse economiche destinate alla Re.Se.T Palermo S.C.p.A. al fine di migliorare complessivamente le condizioni di lavoro del personale che transiterà, con l'obiettivo di ripristinare le condizioni normative ed economiche ante inizio periodo CIG in deroga. Tutto ciò premesso si conviene quanto segue: L'Amministrazione comunale si impegna a destinare nel corso dell'anno 2015 risorse sufficienti per consentire il recupero occupazionale di tutti i lavoratori complessivamente occupati dalle due società partecipate in liquidazione in Re.Se.i. S.C.p.A. Palermo al termine delle procedure di trasferimento d'azienda ex art.471. 428/90 e comunque entro e non oltre il 1 giugno 2015 con un impegno finanziario che garantisca, in sede di avvio delle prime 950 unità, un impiego dei lavoratori per un costo del lavoro parametrato al secondo livello del ceni multiservizi per un orario di 28 ore settimanali , obbligandosi altresì a destinare ulteriori risorse per garantire l'aumento di detto costo fino al raggiungimento di un costo parametrato al secondo livello del CCNL multiservizi per un orario di 30 ore settimanali. Tale ulteriore trasferimento di risorse, che consentirà l'aumento dell'orario di lavoro a 30 ore come sopra determinato, è condizionato all'esito favorevole dell'istanza di interpello in materia di esenzione I.V.A., già presentato dalla società consortile lo scorso 23 dicembre ed opererà dal mese successivo alla ricezione dello stesso. Il parametro del costo del lavoro come sopra determinato in ore 28 in sede di avvio o 30 a seguito dell'esito favorevole dell'istanza di interpello, sarà uguale per tutti i lavoratori indipendentemente dalla data di transito nella Re.Se.T. Palermo S.C.p.A. e del livello riconosciuto a ciascun lavoratore in sede di trasferimento. Il Comune si impegna, anche a tal fine, a destinare ulteriori risorse rispetto a quelle iniziali in sede di approvazione dei relativi strumenti finanziar i. In particolare per ciascuno degli anni 2016,2017 e 2018 la dotazione iniziale sarà incrementata annualmente di ¿. 3.000.000 strutturali, anche attraverso l'utilizzo delle economie derivanti dai pensionamenti nelle aziende partecipate dal Comune di Palermo. Le economie che deriveranno dall'accompagnamento del personale delle partecipate al pensionamento anticipato saranno oggetto di verifica annuale al fine di individuare il recupero del livello retributivo per il numero complessivo dei lavoratori della società consortile, anche attraverso la modifiche dei contratti di servizio delle partecipate, nel rispetto dell'equilibrio economico patrimoniale e dei diritti dei lavoratori delle aziende. A fronte della impossibilità dell'amministrazione comunale di accogliere la richiesta delle 00.SS. di ripristinare il tempo pieno per tutti i lavoratori a far data dall'1 gennaio 2017, considerato che gli accordi sottoscritti vanno nella direzione del conseguimento di tale obiettivo e che la gestione degli stessi concorre a tale traguardo si conviene che i tempi di tale ripristino saranno oggetto di confronto da effettuarsi entro il 31 ottobre 2015

allegato