Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Città dei Ragazzi. Online la gara per la gestione 'Tornerà fiore all'occhiello'

(data pubblicazione 03 Gennaio 2015)

L'amministrazione comunale ha indetto una nuova gara per la gestione della Città dei Ragazzi, la struttura aperta negli anni '60, poi abbandonata e nuovamente riaperta dopo una profonda ristrutturazione nel '97 e ancora richiusa nel 2002. Questa gara si aggiunge a quelle (già aggiudicate o in fase di aggiudicazione) per il servizio riparazione e revisione della locomotiva del treno, quella per la riparazione del battello e quella per il servizio d manutenzione del convoglio ferroviario. Queste gare 'tecniche' hanno avuto un costo complessivo di poco inferiore ai 20.000 euro La nuova gara (scadenza 27 gennaio) ha un importo di 149 mila euro e prevede la presenza di 7 animatori di cui 1 coordinatore che terrà i contatti con struttura di coordinamento del Comune. Lo svolgimento e l'assegnazione delle gare potrà consentire l'apertura della Città dei Ragazzi sia di mattina che di pomeriggio in estate e nei week end, mentre in inverno potrà essere fruibile solo di pomeriggio, con chiusura settimanale il lunedì e per le feste comandate. La cura del verde e delle pulizie è stato affidato al personale di Reset e a quello del settore Villa e Giardini che a febbraio inizierà i lavori di potatura dei pini e degli altri alberi storici (per i quali il settore verde ha preso una piattaforma particolarmente alta che sarà operativa a fine gennaio), mentre alcuni lavoratori ex Gesip continueranno ad espletare la loro funzione di animatori. 'La Città dei ragazzi - hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e l'assessora alle Attività sociali Agnese Ciulla - è stata e deve tornare ad essere un fiore all'occhiello della nostra città, per il modello educativo che propone, basato sul valore istruttivo e socializzante delle attività ludiche, sulla manualità, sul rapporto con la natura. Un impegno anche per valorizzare e dare giusto riconoscimento alla professionalità di quei dipendenti comunali che negli anni si sono battuti contro l'abbandono e l'incuria.'