Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Collettore fognario - dettagli lavori

(data pubblicazione 14 Gennaio 2015)

Il collettore fognario, i cui lavori cominceranno lunedì prossimo, è una delle tre grandi opere previste dall'amministrazione comunale nel piano triennale delle Opere pubbliche per il risanamento ambientale della costa e del mare della città, nel tratto compreso tra l'Acquasanta e Acqua dei Corsari. Questa prima opera, i cui lavori dureranno tre anni con un costostimato in 19 milioni di euro, prevede, attraverso nuove condotte fognarie e, in parte, il potenziamento i quelle esistenti di convogliare le acque nere che oggi confluiscono nell'area dei Cantieri Navali fino al depuratore di Acqua dei Corsari. I lavori di posa delle nuove condutture saranno realizzati in parte con scavi di superficie e in parte, soprattutto nella zona di via Roma, via Cavour e piazza XIII Vittime, con il sistema del micro tunnel, con 'talpa meccanica' che opererà a circa dieci metri di profondità. Da piazza XIII Vittime, le condutture porteranno le acque nere prima a Porta Felice, poi al ponte sul fiume Oreto, poi in viale dei Picciotti e viale Duca d'Aosta per, infine, dirigerle ad Acqua dei Corsari. Entro la fine dell'estate l'amministrazione comunale bandirà una ulteriore gara per altri lavori, dell'importo di circa 25 milioni di euro per un ulteriore intervento di raccolta e depurazione delle acque nere a partire dalla zona di piazza Indipendenza. Un ultimo progetto, anch'esso già finanziato e in fase di approvazione da parte della Regione, riguarderà, infine, la raccolta e depurazione degli scarichi fognari dalla zona del Motel Agip, quindi a monte della circonvallazione, e da piazza P.pe di Camporeale. Il sindaco Orlando ha dichiarato che 'siamo di fronte ad un piano di lavori tanto imponente quanto fondamentale per la vivibilità futura della nostra città e che ne segnerà lo sviluppo futuro'.