Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

FONDAZIONE TEATRO MASSIMO

(data pubblicazione 10 Novembre 2012)

Con decisione assunta il 6 novembre scorso e notificata al Comune stamattina, il GIUDICE CIVILE ha respinto la richiesta, avanzata dall'Avv. Carlo Varvaro ex Vice-Presidente della Fondazione Teatro Massimo, di sospendere il provvedimento con cui il Sindaco Leoluca Orlando ha revocato la nomina dello stesso Varvaro. Il Sindaco di Palermo aveva infatti revocato l'atto, firmato dal suo predecessore Sindaco Diego Cammarata, con il quale Varvaro era stato nominato Vice-Presidente. Secondo rlando, tale nomina non era legittima perché non è compito del Sindaco quello di designare i componenti del Consiglio di Amministrazione del Teatro. Nel rigettare la richiesta di sospensiva, il TRIBUNALE, si legge nel dispositivo comunicato all'Amministrazione comunale, riconosce che 'l'illegittimità della nomina appare sussistente' in quanto effettuata 'al di fuori della previsione statutaria della Fondazione.' Nel commentare il provvedimento, il Sindaco Leoluca Orlando ha ricordato che alcuni giorni fa il Ministero dei Beni culturali, organo preposto alla vigilanza sull'operato del Teatro, ha avviato la procedura prevista per la nomina del Commissario, che dovrà essere decisa, previa acquisizione di eventuali controdeduzioni da parte di tutte le parti interessate, entro poche settimane. 'Non posso che esprimere apprezzamento per il riconoscimento giudiziario dell'assoluta illegittimità degli organi e dell'attività della Fondazione Teatro Massimo. Attendiamo adesso che il Commissariamento, la cui necessità appare sempre più evidente perché suffragata da una serie di illegittimità da parte del management, permetta di arrestare l'attuale ingovernabilità del Teatro e la perdita di qualità e credibilità dell'Ente e della sua attività.'