Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Presentato a Palazzo delle Aquile il Progetto 'Raee@Scuola'

(data pubblicazione 06 Marzo 2015)

Si è svolta stamani a Palazzo delle Aquile la conferenza stampa di presentazione del Progetto Raee@Scuola che vedrà i ragazzi delle classi quarte e quinte elementari di Palermo protagonisti di un programma nazionale di comunicazione e sensibilizzazione sulla corretta gestione dei RAEE, i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. All'incontro con i giornalisti erano presenti, tra gli altri, il Sindaco, Leoluca Orlando, gli assessori all'Ambiente e alla Scuola, Cesare Lapiana e Barbara Evola, oltre al presidente di Rap, Sergio Marino e al delegato Anci Energia e Rifiuti, Filippo Bernocchi. Il progetto RAEE@scuola, promosso dall'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e dal Centro di Coordinamento Raee (CdC RAEE), con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a cura di Ancitel Energia e Ambiente, coinvolge oltre 50 comuni su tutto il territorio nazionale. L'iniziativa, giunta alla sua terza edizione, prevede non solo una campagna di informazione sui RAEE, ma anche un'attività sperimentale di micro raccolta di rifiuti elettrici ed elettronici all'interno degli istituti scolastici. I bambini e gli insegnanti saranno invitati a portare da casa i propri 'piccoli RAEE' (PAED, la tipologia di RAEE più difficilmente intercettabile) che verranno raccolti in appositi contenitori posizionati all'interno delle scuole; i RAEE verranno poi ritirati dagli addetti del servizio igiene urbana, che si occuperanno della gestione trasportandoli al centro di raccolta comunale. 'Raee Scuola - ha detto il sindaco di Palermo e presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando - si coniuga perfettamente con un'altra manifestazione che è il festival della Città educativa. Questo è un importante percorso che vede protagonisti gli studenti con il compito di educare i genitori al rispetto dell'ambiente. Un modo per confermare che i rifiuti se sono raccolti in maniera differenziata possono essere riutilizzati e rappresentare una grande risorsa, utile anche per l'abbattimento della fiscalità a carico dei cittadini. Il Comune - conclude Orlando - insieme a Rap è impegnato ogni giorno per rendere Palermo più pulita, dopo gli anni del dissesto e del fallimento, promuovendo una nuova cultura e il rispetto per l'ambiente, premessa per una città migliore'. 'La nostra Amministrazione - dichiarano gli assessori Evola e Lapiana - è fortemente impegnata nella promozione e diffusione della tutela del territorio e nella sensibilizzazione dei bambini degli adulti sul delicato tema dei rifiuti. Per questo abbiamo ritenuto importante aderire al progetto RAEE@scuola promosso dall'ANCI che porterà all'interno delle scuole la raccolta diretta di quei rifiuti di provenienza elettrica ed elettronica che, se non correttamente smaltiti, provocano enormi danni all'ambiente. Siamo coinvinti che occorre cambiare la cultura dei nostri cittadini e partire dai bambini per insegnare anche agli adulti ad assumere quei comportamenti rispettosi delle regole del vivere civile che possono grantire condizioni di vivibilità nella nostra Città. Testimonial d'eccezione del progetto è uno dei personaggi del mondo dello spettacolo più amato da grandi e bambini: Baz, il comico della trasmissione Colorado, entrato recentemente fra i dieci personaggi con più fan su Facebook. Oltre apparire su tutto il materiale informativo che verrà distribuito alle scuole, Baz ha già realizzato tre filmati a sostegno dell'iniziativa, visibili sul sito del progetto (www.raeescuola.it) o tramite Youtube. Le attività iniziate oggi si concluderanno il prossimo 27 marzo. L'edizione palermitana di Raee@Scuola è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Palermo con la collaborazione di Rap. Le scuole palermitane che hanno aderito all'iniziativa sono circa 70.

foto