Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Pa/Working. Questa mattina il secondo appuntamento a Villa Niscemi

(data pubblicazione 16 Marzo 2015)

Si è tenuto questa mattina il secondo appuntamento del 'Pa/Working', l'atelier per le nuove opportunità, promosso dall'Assessorato alle Attività produttive del Comune di Palermo. I temi trattati sono stati la Garanzia Giovani, il collegamento tra istituzioni e territorio attraverso lo sportello delle attività produttive per l'intermediazione (ClicLavoro), attivato al Suap di via Ugo La Malfa, le politiche attive del lavoro, l'utilizzo dei beni confiscati alla mafia e le Best Practices del Comune di Palermo. Presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, l'assessora alle Attività produttive Giovanna Marano e l'assessora alle politiche sociali Agnese Ciulla. 'Il senso di questa iniziativa - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando che ha aperto i lavori - è quello di confrontarci e capire come poter costruire nella nostra città un ecosistema che abbia come obiettivo quello di creare lavoro, coinvolgendo i diversi soggetti interessati: il singolo, la scuola, l'assessore comunale, ma anche l'utilizzo di risorse e beni della nostra città e, nello specifico, i beni confiscati. Grazie ad un modello di partecipazione nuovo e una capacità di fare sinergia la nostra città potrà conoscere una nuova stagione di sviluppo innovativo'. Tra i temi affrontati nel corso della mattinata, anche attraverso i contributi offerti dai partecipanti, sono emersi principalmente l'individuazione e l'affidamento, nei prossimi mesi, di due locali comunali che verranno utilizzati per condividere, sviluppare e mettere a sistema il lavoro messo in atto nel corso degli incontri di Pa/Working. Già nei tavoli di lavoro di dicembre, infatti, tra le esigenze emerse, c'era quella di utilizzare beni pubblici in cui la creazione di impresa potesse incontrare incubatori e acceleratori di affari e si potessero attivare modalità innovative per condividere aree, idee, progetti. Ossia, quello che più comunemente è chiamato Co Working. 'Prendendo spunto da una richiesta che ci arrivava da più fronti, - ha spiegato l'assessora alle attività produttive Giovanna Marano - abbiamo cercato e individuato tra i beni pubblici a disposizione dell'Amministrazione, due appartamenti che già avevano una collocazione produttiva nel territorio: uno al mercato ortofrutticolo, l'altro al mercato ittico'. 'Abbiamo già approvato in giunta la delibera che destina i due locali alla realizzazione di due Co Working comunali, - ha continuato l'assessora Marano -. Presto saranno avviati i lavori di sistemazione e si farà un avviso pubblico per l'assegnazione'. I due Co Working comunali saranno finalizzati, il primo, quello dell'ortofrutticolo, alla valorizzazione della filiera corta agroalimentare e di tutto quello che nel post Expo sarà in grado di intrecciare la qualità dell'offerta turistica cittadina con l'eccellenza alimentare. Il secondo, quello al mercato ittico che gode di una posizione strategica sul mare, verrà, invece, orientato verso il marketing territoriale e la promozione degli itinerari di quella parte di città. 'Vogliamo attivare un processo di rigenerazione - ha continuato l'assessora Marano - che parte dalle risorse materiali e immateriali che il territorio ha e vogliamo favorire la crescita di un ecosistema che curi la crescita di tutte le idee imprenditoriali affinchè possano germogliare. Come amministrazione abbiamo il compito di facilitare e favorire, in un contesto di sviluppo cittadino, il cammino intrapreso da tutti coloro che vogliono sfidarsi sul terreno dell'imprenditorialità, utilizzando al meglio ciò che il territorio offre. E' per questo - ha concluso l'assessora - che faremo in modo che entro il 2015 entrambi i Co Working possano essere attivi'.

foto