Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

L'EUROPA DELL'INTEGRAZIONE

(data pubblicazione 17 Novembre 2012)

Il Sindaco di Palermo è stato invitato dal Ministro degli Esteri Andrea Riccardi a partecipare lunedì prossimo a Perugia alla Giornata di studi dal titolo 'L'Europa dell'integrazione', promossa dallo stesso Ministero e dalla locale Università. Leoluca Orlando dovrà illustrare, insieme al collega sindaco di Padova Flavio Zanonato, il punto di vista e le iniziative delle Amministrazioni locali in materia di integrazione e multicuralismo. Le due città vengono indicate infatti come modello per i percorsi avviati in tale direzione. Ad introdurre i lavori della giornata saranno il Ministro Riccardi e lo scrittore e semiologo Umberto Eco. 'In questi primi mesi della nuova Amministrazione - ha affermato Orlando - abbiamo ripreso in modo organico il lavoro per affermare che Palermo è e vuole sempre più essere capitale della interculturalità e del dialogo; lo abbiamo fatto nel dialogo e con l'incontro con le tante e ricche comunità di migranti, nel dialogo e con l'incontro con tutte le diversità che sono la nostra ricchezza, nel dialogo e con l'incontro culminati, proprio la scorsa settimana, nella presentazione della prima bozza di regolamento della Consulta delle culture con gli Assessori Giusto Catania e Agnese Ciulla. Palermo è stata per secoli e vuole tornare ad essere un modello di convivenza, dialogo ed arricchimento reciproco fra le diverse culture perché sono questi gli elementi essenziali per la costruzione di una comunità coesa e che si sviluppa in modo armonico. Ringrazio - conclude il Sindaco di Palermo - il Ministro Riccardi ed il Magnifico Rettore dell'Università di Perugia Stefania Giannini per questo invito, che ci offre ulteriori possibilità di confronto e collaborazione con importanti realtà italiane ed Europee.'