Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

Rise - Jßchym Fleig

(dal 31 Marzo 2016 al 30 Aprile 2016)

RizzutoGallery (Palermo, via Monte Cuccio 30) Ŕ lieta di presentare RISE - mostra personale dello scultore tedesco Jßchym Fleig (1970, Villingen-Schwenningen). L'artista, che ha all'attivo numerose mostre in gallerie e spazi pubblici ed Ŕ reduce da due importanti personali al Museum Biedermann di Donaueschingen (2015) e al Kiosk am Reileck di Halle (2016), si prepara alla sua prima esposizione in Italia. L'inaugurazione ha avuto luogo giovedý 31 marzo alle ore 19 e la mostra resterÓ visitabile fino al 30 aprile. Alla RizzutoGallery Fleig presenterÓ alcune tra le sue opere pi¨ importanti, giÓ esposte in Kunstverein e Musei tedeschi, e realizzerÓ installazioni site-specific appositamente pensate per la galleria. Nelle opere di Fleig il concetto tradizionale di scultura viene esteso in ci˛ che pu˛ essere deliberatamente legato al suo rispettivo ambientale. L'integrazione tra corpo scultoreo e l'ambiente circostante dÓ al lavoro il carattere di una installazione temporanea, soggetta alle condizioni esterne che la sottopongono a continui cambiamenti. Le sculture di Fleig , come strutture organiche in uno stato di proliferazione e crescita, si sviluppano invadendo lo spazio che le ospita: strutture di sostegno, pilastri, muri, pavimenti, finestre, soffitti, diventano per l'Artista potenziali luoghi di ancoraggio delle sue installazioni, in alcuni casi avvinghiate - come corpi parassitari o concrezioni organogene - alla struttura esterna degli edifici degli spazi espositivi e museali, capaci di interrompere, talvolta in modo inquietante, la normalitÓ dei luoghi conosciuti, degli spazi urbani sicuri e definiti. Realizzate in cemento, calcestruzzo, gesso, legno e poliuretano, le opere di Fleyg - sebbene costituite da materiali molto simili a quelli degli ambienti ospitanti - appaiono leggere e brulicanti di vita; usati in maniera non convenzionale, questi comuni materiali da costruzione danno luogo a forme sorprendenti, capaci di evocare una forte risposta emotiva, e di creare un singolare contrasto con l'elemento architettonico che le ospita, in una sorta di confronto e di competizione tra leggero e pesante, organico e inorganico, biomorfico e antropico. Ma ci˛ che emerge dalla scultura concettuale di Fleig Ŕ anche una riflessione sul limite sottile che esiste tra crescita e decadenza, tra ordine e caos, tra la sicurezza di ci˛ che Ŕ conosciuto e l'incertezza dell'ignoto, lÓ dove la permanenza appare minacciata dalla circolazione degli stati effimeri. Per informazioni contattare: evaoliveri@rizzutoarte.com tizianapantaleo@rizzutoarte.com o visitare il sito Rizzuto Gallery e la pagina ufficiale di Facebook

mappa
foto foto