Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

'Notte di Zucchero'

(01 Novembre 2016)

Il 1° novembre, torna al Teatro Politeama, dopo due fortunate edizioni che ha portato ai Cantieri Culturali alla Zisa 30.000 visitatori in tre giorni, e quella dell'anno scorso al Teatro Biondo che ha registrato l'affluenza di migliaia di partecipanti in un'unica giornata, 'Notte di Zucchero', festa di morti, pupi e grattugie. L'iniziativa ha il preciso intento di contribuire a tenere viva la Festa dei Morti nella nostra città attraverso il coinvolgimento dei più piccoli così come del pubblico più adulto, in attività trasversali in grado di proporre un versante più giocoso e uno più culturale, così com'è la Festa. Dalle 10:00 alle 19:00 Notte di Zucchero è dedicata proprio ai bambini: una giornata di laboratori, letture e intrattenimento nella Sala degli Specchi del Teatro. Le attività destinate ai piccoli si svolgeranno durante l'arco dell'intera giornata dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00. Dalle 20:00 alle 23:00, con ingresso gratuito, sono previste performance in ogni angolo del Teatro, di numerosi attori, che reciteranno sulla base di testi, molti dei quali scritti appositamente per Notte di Zucchero, di scrittori e giornalisti. Nel teatro si aggireranno i 'Morti di Zucchero' che aiuteranno il pubblico a individuare gli spazi del teatro in cui in simultanea si svolgeranno le performance. 'Una scelta dei brani che dà spazio agli autori contemporanei, non solo già conosciuti ma anche agli esordi - sottolinea Dora Argento, che ha curato il programma teatrale - così come la scelta degli interpreti è trasversale. L'autoctonia di autori e interpreti è un altro nostro punto fermo perchè crediamo fortemente nelle mille voci di questa città' I testi sono di Andrea Camilleri, Roberto Alajmo, Roberto Andò, Dora Argento, Carmelo Asaro, Arturo Belluardo, Gabriele Bonafede, Cetta Brancato, Antonio Calabrò, Aurelio Carraffa, Gianfranco D'Anna, Giuseppe Di Piazza, Giampiero Finocchiaro, Marco Goracci, Alfonso Leto, Francesco Randazzo, Luana Rondinelli, Francesco Teriaca, Nadia Terranova, Giuseppina Torregrossa. Gli attori/performer sono gli allievi del Ditirammu Lab di Elisa Parrinello, Silvia Ajelli, Serena Barone, Stefania Blandeburgo, Giovanni Carta, Daria Castellini, Valeria Contadino, Patrizia D'Antona, Sandro Dieli, Sebastiana Erìu, Lollo Franco e Nicola Franco, Laura Geraci, Paolo La Bruna, Antonio Ribisi La Spina, Viviana Lombardo, Luigi Rausa, Luanda Rondinelli, Valerio Strati, Giuliano Scarpinato, Rosaria Sfragara, Maurizio Spicuzza. Sono previsti anche la lettura di alcuni passaggi di Giuseppe Pitrè dedicati alla Festa dei Morti e particolari Percorsi dei Sensi legati alla memoria con una performance narrativa ideata da Giuseppe Provinzano di Babel Crew ('O scuru') e un percorso 'dell'aromataio' Meo Fusciuni ('Memorie olfattive di una vita'), l'artista dei profumi che sarà presente all'iniziativa. In programma anche la proiezione del documentario 'Quando ero piccolo', a cura di Giusi Cataldo (riprese e montaggio di Andrea Nocifora), testimonianze e memorie dei palermitani sulla Festa dei Morti e 'Quando ero piccolo 2' (riprese e montaggio a cura di Salvo Di Paola). Spazio anche alla danza, con la Compagnia Palermo in Danza diretta da Santina Franco, il Laboratorio Internazionale di Raffaella Mattioli e Ricchezza Falcone, Centro studi Oxigen di Stefania Cotroneo, Stage Centro Danza, Studio danza Nancy, Solo Danza, Ars Movendi, Studio danza Eliana Lombardo, Scuola Taniez. Senza tralasciare la musica con i 'Melologhi macabri' (Ferenc Liszt/Autori vari) di Maria Luisa Bigai (voce recitante) e Ilaria Ganeri (piano), 'Swingin'on black and white' con Lady Laura Seragù (voce) e Riccardo Randisi (piano) e 'La luna di Astolfo' di e con Giulio Musso e Federico Pipia (voce e musica elettronica) un omaggio rap all'Ariosto nel suo cinquecentenario. Dalle 23 spazio poi ai ritmi balcanici e le sonorità world music dei Matrimia e il repertorio etnopopolare dei LassatilAbballari. Chi volesse potrà truccarsi gratuitamente da morto di zucchero nel corner make up a cura di Pino Ciacia e i suoi allievi o concedersi un momento di degustazione al corner di Caffè Morettino.

mappa
allegato
allegato
foto foto