Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

Ezio Bosso

(10 Agosto 2017)

Il compositore e direttore d'orchestra torinese chiude il programma estivo della Foss con un gran concerto dell'Orchestra Sinfonica Siciliana nella straordinaria cornice del Teatro Antico di Taormina, giovedì 10 agosto alle ore 21.30. Violoncello solista, Relja Lukic. In programma, l'ultima opera di Bosso, in prima assoluta, il Concerto per pianoforte, violoncello e orchestra e la Sinfonia n.7 in la maggiore Op. 92 di Ludwig van Beethoven (1770-1827). Bosso: "La musica è magia. Ed è anche una terapia". E sulla sinfonia di Beethoven: "Il compositore la definì una mappa dell'utopia, per me è una delle cose più belle fatte dall'uomo".

"Aria di musica", il programma estivo dell'Orchestra Sinfonica Siciliana si chiude con un gran concerto a Taormina, giovedì 10 agosto 2017, alle ore 21,30, nella splendida cornice del Teatro Antico che vedrà protagonista il pianista, compositore e direttore Ezio Bosso alla guida dell'Orchestra Sinfonica Siciliana, violoncello solista, Relja Lukic.Bosso, in apertura di serata proporrà in prima assoluta il suo Concerto per pianoforte, violoncello e orchestra. Nella seconda parte del concerto sarà proposta la Sinfonia n.7 in la maggiore Op. 92 di Ludwig van Beethoven (1770-1827).

Il Concerto per pianoforte, violoncello e orchestra di Bosso. Viene eseguito in prima assoluta a Taormina con l'Orchestra Sinfonica Siciliana. E' l'ultima opera in ordine di tempo del compositore e direttore d'orchestra torinese. Derivata da Roots, sonata per violoncello e pianoforte, nata dalla collaborazione con il violoncellista Mario Brunello, l'opera, di notevole impegno a livelo formale, presente  tutte le caratteristiche del linguaggio compositivo di Bosso che si segnala per passi virtuosistici che riguardano gli archi e i solisti.La struttura dell'opera è in tre movimenti: Adagio quasi una marcia funebre; Allegro molto, ma presto; Presto (durata: 30'). Il violoncello solista è Relja Lukic, nativo di Belgrado (1970), primo violoncello dell'Orchestra Teatro Regio di Torino

La Sinfonia n. 7 di  Beethoven. Segue  a distanza di tre anni la "Pastorale", ovvero la Sinfonia n.6. L'autore la compose  fra il 1811 e 1812.  Beethoven pose mano alla composizione a Teplitz, una città termale in Boemia dove il compositore era in cura  per recuperare suo udito. La prima esecuzione ebbe luogo l'8 dicembre del 1813 nella sala grande dell'Università di Vienna per un concerto di beneficenza tenuto in onore dei soldati austriaci e bavaresi feriti nella battaglia di Hanau durante le guerre napoleoniche Richard Wagner in L'opera d'arte dell'avvenire così descrisse questa sinfonia: «La sinfonia è l'apoteosi della danza: è la danza nella sua suprema essenza, la più beata attuazione del movimento del corpo quasi idealmente concentrato nei suoni. Beethoven nelle sue opere ha portato nella musica il corpo, attuando la fusione tra corpo e mente.» La sinfonia è divisa in quattro movimenti: Poco sostenuto, Vivace; Allegretto; Presto; Allegro con brio; (Durata: 38') Per il direttore e compositore Ezio Bosso la Sinfonia, definita da Beethoven "una mappa dell'utopia, è una delle cose più belle fatte dall'uomo. La musica è una magia e una terapia, una terapia sociale. Perché devi studiare ogni volta per eseguirla e migliori ogni volti."  Bosso, affetto da una malattia degenerativa contratta nel 2011 dopo un intervento chirurgico per una neoplasia, è tornato a dirigere un'orchestra dopo sette anni, nel maggio scorso: "Avevo disimparato tutto, è stata un'impresa riprendere a fare le cose di una volta. E oggi sono qui a dirigere in questo magnifico e antico teatro."

Biglietti al Botteghino del Politeama Garibaldi e un'ora e mezza prima dello spettacolo nelle varie sedi.

Maggiori informazioni sul sito dell'Orchestra Sinfonica Siciliana

mappa
foto foto foto foto foto foto