Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su Google+ mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

Le nuvole di carta

(dal 18 Novembre 2017 al 19 Novembre 2017)

Quattordici spettacoli per bambini. Un cartellone parallelo a quello di opere, balletti e concerti che il Teatro Massimo propone alle scuole e alle famiglie, rinnovando la sua attenzione nei confronti degli spettatori più piccoli. Il cartellone si chiama “Il Massimo in famiglia” e vede nuove proposte accanto a riprese di spettacoli di successo degli scorsi anni. Le date si riferiscono agli spettacoli aperti a tutti, ai quali si affianca la programmazione per le scuole.

Giorno 18 novembre alle ore 11:30 e alle ore 17.30 e giorno 19 novembre alle ore 11:30, presso la Sala Onu del Teatro Massimo si terrà lo spettacolo "Le nuvole di carta", opera originale in un atto pensata per ragazzi dagli 8 ai 14 anni ma adatta a tutti, su soggetto, libretto e regia di Gigi Borruso su commissione del Teatro Massimo, ispirato alla musica di Gioachino Rossini e con interventi originali di Giovanni D’Aquila.

Il progetto trae spunto dallo spettacolo “La carovana volante” del 2013 firmato dallo stesso Borruso, che torna in scena con la sua Compagnia de’ Pazzarielli interpretando il ruolo di Arturo, capocomico di una banda di irriducibili visionari, prim’attrice, è Serena Rispoli; mezzosoprano Loredana Megna, basso Giuseppe Esposito. Direttore Alberto Maniaci
, scene di Roberto Lo Sciuto, costumi di Valentina Console, Orchestra del Teatro Massimo.

“Il nostro Nume? Gioachino Rossini, ovviamente! – dice Borruso - Con lui navigheremo fra i flutti d’un mare imprevedibile. Viaggeremo, infatti, sul nostro brevettato vascello, capace di reggere ogni tempesta, per approdare dentro alcune favole di Rossini: ad esempio ad Algeri, dove rievocheremo le vicende amorose di una bella italiana rapita dai corsari, e poi anche a Siviglia, per scoprire gli intrighi di un famoso barbiere, fra cento capriole e suggestioni”.

Maggiori informazioni su www.teatromassimo.it

foto foto foto foto foto foto