Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

Natale FolKalsa 017

(07 Gennaio 2018)

Una grande festa, uno spettacolo imperdibile sarà quello dedicato ai canti, ai suoni e alle danze popolari con circa 40 protagonisti fra cantori, musicisti, cantastorie e danzatori, attori che si avvicenderanno, animando via Torremuzza. Lo spettacolo, prodotto dall’Associazione Ditirammu in collaborazione con l’Associazione Piccirè e con la Compagnia S’Kalsa diretta da Elisa Parrinello, è costruito su vari sipari in cui si alternano canti, danze, musiche tratti dalla tradizione sia nella sua accezione più popolare e spontanea, che in quella più folkloristica per arrivare a sonorità ritmate e ad espressioni teatrali più contemporanee e performative.

Daniele Billitterisarà il narratore poetico, ironico, colto che terrà insieme i fili delle varie rappresentazioni, introdurrà gli artisti e condurrà gli spettatori attraverso le trame magiche e suggestive del Natale e le composizioni cerimoniali sacre e profane che i siciliani gli hanno dedicato. Sarà dunque un viaggio nell’identità dei siciliani, e dei palermitani in particolare, in cui si sfioreranno secoli di storia, dalle ascendenze “saracene” che si fanno sentire nelle modalità d'intonazione della voce, sempre tese ed aspre alle invenzioni narrative usate per raccontare la storia della Cattedrale; dal teatro di strada di memoria cinquecentesca, allestito all’epoca all’esterno a Piazza Marina al Settecentesco Palazzo Petrulla, su cui sarà proiettato un gioco di luci appositamente commissionato; dalle storie profane dei cantori ambulanti a canti sacri degli orbi, dalle novelle, fiabe e canti popolari ricercati e trascritti da Pitrè alle partiture dei primi 60 anni del novecento che Vito Parrinello ha musicato e restituito al pubblico, dal motteggio degli anni Settanta a Palermo, ai ritmi mediterranei e alle elaborazioni musicali più attuali e nuove.

Una drammaturgia complessa dove non mancheranno momenti di comicità, sottili lampi di malinconia, ritualità intrinseche del palermitano più verace e di quello più “evoluto”, modi di dire e di fare leggendari, storie, aneddoti, ricordi risvolti sarcastici e grotteschi sia nelle loro espressioni più intime e istintive che in quelle più raffinate e riflessive. Billitteri sarà “apostrofato” da interventi comici e dissacratori di Stefania Blandeburgo, interrotto dall’energia formidabile dei giovani artisti della Compagnia S’Kalsa. Una mistura di artisti talvolta anarchici, talvolta arrendevoli, personaggi emblematici e visionari in una scrittura scenica organica voluta dai Parrinello che in delicato gioco di equilibri e sentimenti ricameranno, a beneficio degli spettatori, una partitura sonora e teatrale così come Vito l’avrebbe voluta ma anche con un’interpretazione personale, con proprie suggestioni e speranze.

Ospiti del grande spettacolo saranno Ruggiero Mascellino, Mario Incudine con la sua band e due artisti straordinari e poliedrici che con il proprio personale stile interpretativo, oltre a presentare scorci del proprio repertorio, arricchiranno la performance con le loro musiche ricercate e si introdurranno un po’ spontaneamente e un po’ invocati dal conduttore e dagli altri artisti presenti in scena, così come vuole la tradizione del Ditirammu. Irrinunciabile la presenza dei Tamuna che si esibiranno a fine serata con proprie composizioni e, al termine, con improvvisazioni e rielaborazioni musicali spontanee insieme con Incudine e Mascellino. Per suggellare l'unicità di questa straordinario spettacolo faranno da cornice i giochi di luce, ispirati al Natale, di un Light Show proiettato sulla facciata della Chiesa Santa Maria della Pietà. I giochi di luci e immagini talora faranno da contraltare festoso alla rappresentazione, talora da cornice nostalgica, da scenografia natalizia, e da allestimento visivo di arricchimento al concerto finale. Le scenografie video sono realizzate da Grafimovie e iI giochi di luce da Innocenzo Mancuso e Simona Pantaleo, allievi di Fabrizio Lupo presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. Canti e danze della serata a cura della Compagnia S’Kalsa diretta da Elisa Parrinello.