Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

Chromatic Art Diffusions

(dal 26 Gennaio 2018 al 09 Febbraio 2018)

Venerdi 26 Gennaio 2018 alle 17,30 nell’ Atrio  monumentale di Palazzo delle Aquile, in presenza del  Sindaco prof. Leoluca Orlando,del rettore prof. Fabrizio Micari, del Consigliere Giulio Cusumano  moderatore, della giornalista e critico d’Arte Francesca Della Valle, del critico letterario Paola Mazza, verrà inaugurata la personale di pittura “CHROMATIC ART DIFFUSIONS ”  dell’artista Filippo Lo Iacono che si concluderà il 09 Febbraio 2018.

Sarà preceduta dalla conferenza stampa e una breve presentazione con gli ospiti sopra  citati. Suonerà il piano il prof. A. Gruppuso

Il percorso artistico di Lo Iacono , guarda e osserva spesso da  varie prospettive e angolazioni  , raccontando della propria terra dell’amore e la passione che sovente si scontra con la realtà. delusioni e circostanze che rallentano la condizione di riscatto e crescita ,sognando cosi una realtà immaginaria forte e vincente , ponendo in primo piano la Sicilianità in ogni sua forma , privilegiando LA BELLEZZA sotto ogni aspetto e l’essenza di cio che siamo. Ed è attraverso il linguaggio pittorico figurativo contemporaneo con le radici della mediterraneità che Lo Iacono narra attraverso le sue opere evidenziando e ricercando nella luce , la sorgente la tridimensionalità delle forme trasmettendo serenità e speranza . Dunque sogno e realtà emozioni intimistiche e indagine introspettiva , svelano angoli profondi dell’anima dell’artista.

 Oggi occasione importante per ricordare ed inaugurare l’evento insieme a PALERMO CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA   for ever… dal punto di vista di Lo Iacono.

Note biografiche

Filippo Lo Iacono nasce a Palermo il 17/03/1960 dove vive ed è residente.
Artista palermitano consegue la maturità artistica e frequenta la facoltà di architettura per i primi tre anni.

Prosegue il suo percorso artistico attraverso l’apprendistato con maestri autorevoli e portando avanti l’attività familiare nel campo delle opere d’autore, degli arredi e del collezionismo d’arte.

Continua la sua formazione in un trentennio di ricerca, lavoro e studio.

Il suo stile si rivolge alla tradizione impressionista e al realismo, ai pittori macchiaioli italiani dell’800, all’espressionismo in certa qualità simbolica del colore, ma anche ai nuovi modelli di figurazione del contemporaneo. Con uno sguardo all’arte concettuale, operando in alcuni casi una traslazione significante di soggetti che configurano una nuova visione della pittura, nuove prospettive d’indagine sul reale che non prescinde dall’attenzione alla spiritualità, soggettiva e universale.

allegato
foto