Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

XLIII Festival di Morgana - La Rotta di Roncisvalle. Un cartello animato

(08 Novembre 2018)

La Fondazione Ignazio Buttitta partecipa alla XLIII edizione del Festival di Morgana, promosso dal Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. La rassegna quest’anno prevede oltre trenta spettacoli, due prime nazionali, sette compagnie di opera dei pupi provenienti da tutta la Sicilia e quattro compagnie internazionali di teatro d’immagine contemporaneo da Francia, Spagna e Irlanda.

Insieme al Museo delle marionette Antonio Pasqualino saranno coinvolti altri sette luoghi-simbolo della presenza del teatro dei pupi in città: la Chiesa S.S. Euno e Giuliano, Palazzo Alliata di Villafranca, Palazzo Riso, Palazzo delle Aquile, Palazzo Butera, il Teatro Carlo Magno, il Teatro Ditirammu.

Il programma prevede anche la realizzazione, presso il Museo delle marionette, della mostra multimediale Pupi videodrome, allestita da Enzo Venezia, che presenta cinque progetti artistici di innovazione tecnologica; del ciclo di proiezioni di film d'animazione Petits Malins in collaborazione l'Institut Français di Palermo e la presentazione di libri e video presso la Biblioteca Vittorietti nel Complesso dello Steri.

L'8 novembre alle ore 16.00, alla Biblioteca Vittorietti (Palazzo Steri), si terrà la presentazione del progetto multimediale "La Rotta di Roncisvalle. Un cartello animato" di Emanuele Romanelli.

L'opera è una animazione 2D di un cartellone tradizionale dell'opera dei pupi di Palermo, custodito al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. Il cartello pubblicitario originale raffigura su tela in otto riquadri, denominati "scacchi" alcuni episodi dell'epica battaglia Roncisvalle, che vide morire tragicamentegran parte dei paladini francesi in seguito ad un tradimento. La scelta di questo progetto è dettata dal desiderio di restituire all'opera dei pupi ciò che lo stesso sviluppo digitale le ha tolto. L'opera utilizza dunque i linguaggi della tecnologia dell'animazione digitale per rivitalizzare questa pratica teatrale tradizionale. I personaggi raffigurati nel cartello prendono spunto dagli scritti sull'epica cavalleresca e nell'opera dei pupi vengono animati dai pupi stessi. La rappresentazione statica dei personaggi dei tradizionali cartelloni viene qui animata mediante l'uso delle nuove tecnologie senza però snaturare un genere legato alla tradizione popolare. L'animazione farà  infatti parte di una installazione che prevede l'accostamento del cartellone reale con quello animato.

Il progetto multimediale è nato dalla collaborazione scientifica tra il Museo Internazionale delle Marionette e il Dipartimento di Architettura DARCH dell’Università degli Studi di Palermo, sotto la responsabilità scientifica della Prof.ssa Vincenza Garofalo (DARCH, Unipa).

Emanuele Romanelli, 25 anni, è un designer Palermitano, laureato in Disegno Industriale presso l'Università degli Studi di Palermo. Appassionato di arte, cinema, fotografia e viaggi, durante i suoi studi universitari collabora nell'organizzazione di eventi culturali che lo avvicinano al mondo del Teatro di figura e all'Opera dei Pupi. Attualmente vive a Milano dove collabora al fianco della direzione creativa, nello sviluppo grafico di campagne di comunicazione.

Qui il programma integrale del Festival: www.museodellemarionette.it

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito

foto