Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su Google+ mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

XLIII Festival di Morgana - Come veni Ferrazzano -2° capitolo della trilogia P3-coordinate popolari

(dal 08 Novembre 2018 al 11 Novembre 2018)

La Fondazione Ignazio Buttitta partecipa alla XLIII edizione del Festival di Morgana, promosso dal Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. La rassegna quest’anno prevede oltre trenta spettacoli, due prime nazionali, sette compagnie di opera dei pupi provenienti da tutta la Sicilia e quattro compagnie internazionali di teatro d’immagine contemporaneo da Francia, Spagna e Irlanda.

Insieme al Museo delle marionette Antonio Pasqualino saranno coinvolti altri sette luoghi-simbolo della presenza del teatro dei pupi in città: la Chiesa S.S. Euno e Giuliano, Palazzo Alliata di Villafranca, Palazzo Riso, Palazzo delle Aquile, Palazzo Butera, il Teatro Carlo Magno, il Teatro Ditirammu.

Il programma prevede anche la realizzazione, presso il Museo delle marionette, della mostra multimediale Pupi videodrome, allestita da Enzo Venezia, che presenta cinque progetti artistici di innovazione tecnologica; del ciclo di proiezioni di film d'animazione Petits Malins in collaborazione l'Institut Français di Palermo e la presentazione di libri e video presso la Biblioteca Vittorietti nel Complesso dello Steri.

Dall'8 all'11 novembre, a Palazzo Riso si terrà la prima assoluta dello spettacolo "Come veni Ferrazzano -2° capitolo della trilogia P3-coordinate popolari", di e con Giuseppe Provinzano (Palermo), co-produzione Associazione Babel e Museo Pasqualino (Palermo).

Agatuzza Messia, Anna Brusca, Mattia Di Martino, Maria Curatolo e poi Giuseppe Furia, Francesca Leto, Elisabetta Sanfratello e poi ancora operai, mercanti, contadini, marinai viandanti gente del popolo. Sono solo alcuni dei palermitani e siciliani da cui Giuseppe Pitrè si fece raccontare quelle storie, quei canti, quelle usanze, quei giochi, divenuti nostro patrimonio culturale reso da lui immortale. Senza mai prendere una posizione di giudizio, con una pazienza e un'osservazione minuta delle persone e delle cose, il lavoro di Giuseppe Pitrè è all'insegna del rispetto per l'uomo e di amore per il popolo siciliano. Lasciato al suo destino, mal governato e spesso sfruttato, ha trovato rifugio proprio in queste favole, nel canto nelle tradizioni e nelle storie mille volte rielaborate. Con questo approccio Giuseppe Provinzano e Petra Trombini, insieme agli altri artisti e professionisti della Babel crew, si sono avvicinati alla sua figura e alla sua opera per creare "P3_coordinate popolari" un ciclo di spettacoli in un progetto sperimentale multidisciplinare.

Lo spettacolo in prima assoluta "Comu Veni Ferrazzano", 2° capitolo di questa Trilogia, e' a tutti gli effetti un esperimento scenico. Ferrazzano, alter ego scaltro di Giufà al quale il Pitrè ha dedicato diverse storie nella sua opera sarà una sorta di Virgilio, che condurra' lo spettatore tra le storie nelle storie,passando da una a un'altra, facendo scegliere al pubblico attorno a se' una o piu' storie delle tante che sara' in grado di raccontare. .Un personaggio denso capace di raccontare tutto e il contrario di tutto, in un meccanismo aperto che si modifica di giorno in giorno, cosi come lui era abituato a fare. Un tutto fare nella vita.

L'associazione Babel nasce nel 2011 ponendosi come scopo quello di creare un ambiente associativo e culturale che confronti e promuova diversi linguaggi, professionalità, prospettive e progettualità. Al proprio interno opera un eclettico gruppo di lavoro under 35 con esperienza qualificata in molteplici ambiti quali: la progettazione europea in ambito sociale e culturale, la gestione di progetti finanziati, l'analisi statistica, la comunicazione istituzionale e d'impresa, la produzione di spettacoli e di laboratori teatrali, la produzione video, l'assistenza tecnica agli spettacoli dal vivo di tipo musicale, teatrale e cinematografico, la grafica per il web. Nel corso dei suoi anni di attività Babel ha consolidato sul campo le competenze necessarie nell'organizzazione di eventi pubblici, promozione e diffusione, rapporti con i media, formazione. Tutto ciò le ha permesso di tessere una valida base di contatti con i mezzi di informazione locali, quali giornali, radio, tv. L'associazione ha sede a Palermo, Sicilia, ma l'attività svolta copre tutto il territorio regionale e ha potuto lavorare anche sul territorio nazionale ed europeo con la realizzazione di spettacoli, laboratori e workshop in Belgio, Francia, Inghilterra, Spagna, Austria, Romania.

Qui il programma integrale del Festival: www.museodellemarionette.it

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito

 

foto