Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

Cinema e Jazz: Omaggio a Gianni Amico

(14 Dicembre 2018)

Il 14 dicembre alle ore 21:00, ai Cantieri Culturali alla Zisa, si terrÓ la rassegna cinematografica "Cinema e Jazz: Omaggio a Gianni Amico".

Lumpen presenta, in collaborazione con Comune di Palermo, Assessorato alla Cultura, Sicilia Queer, Sudtitles, Cineteca di Bologna, Il Cinema Ritrovato, Cre.Zi.Plus, "Cinema e Jazz: Omaggio a Gianni Amico", all'interno de "Il Cinema ritrovato a Palermo stagione 2018/2019", direzione artistica Franco Maresco.

Ingresso 5 euro

Programma:

Noi insistiamo! Suite per la libertÓ subito (1964) 16'

Appunti per un film sul jazz (1965) 35'

Il cinema della realtÓ (1969)

L’uomo Amico (39’)
Un documentario di Germano Maccioni, da un’idea di Olmo Amico. Con interviste inedite a Bernardo Bertolucci, Tatti Sanguineti e Stefano Zenni

L'omaggio a Gianni Amico fa parte della programmazione del convegno LA FORMA CINEMATOGRAFICA DEL REALE. Teorie, pratiche, linguaggi: da Bazin a Netflix a cura di Alessia Cervini e organizzato dall'UniversitÓ degli Studi di Palermo.
Questo l'evento:
https://www.facebook.com/events/1077083499136635/

Ristoro pre-proiezione
A partire dalle 19.00 aperi-cinema alla Social Kitchen di Cre.Zi. Plus. (Pad. 10 dei Cantieri Culturali, alle spalle del Cinema De Seta). Compreso nel costo del biglietto della proiezione un buon piatto aperitivo!
http://www.creziplus.it/

si ringrazia per la collaborazione Olmo Amico, Germano Maccioni

Info
www.associazionelumpen.com

Gianni Amico Ŕ una figura poliedrica che ha attraversato trent’anni di cinema italiano: animatore culturale, organizzatore di festival, padre della storica Rassegna del Cinema Latinoamericano che fece conoscere nel nostro paese una cinematografia fino ad allora poco nota, fu regista televisivo, documentarista, sceneggiatore per Bernardo Bertolucci (Prima della rivoluzione, dove Ŕ anche attore nel ruolo dell’amico cinefilo, e Partner) e Glauber Rocha (Der Leone Have Sept Cabešas), assistente alla regia di Jean-Luc Godard sul set di Vent d’ Est. In molti film di Gianni Amico troviamo la traccia di un’altra sua grande passione, la musica jazz (non a caso fu Amico a portare per la prima volta in Italia Gato Barbieri). Il volume ne raccoglie due: il cortometraggio d’esordio, premiato al Festival di Locarno, Noi insistiamo. Suite per la libertÓ subito, ispirato a We Insist!, l’album di Max Roach con la voce di Abbey Lincoln, e Appunti per un film su jazz, la ripresa di una jam session eseguita al Festival del Jazz di Bologna nel 1965 che vide esibirsi tra gli altri Steve Lacy, Gato Barbieri e Don Cherry. Al neorealismo Ŕ invece dedicato Cinema della realtÓ, che, oltre alla presenza di Cesare Zavattini, contiene interviste a Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci e Pier Paolo Pasolini.

BIOGRAFIA
Gianni Amico nasce a Loano (Savona) il 27 dicembre 1933. Assiduo spettatore di cinema fin da ragazzo, dal 1960 al 1964 organizza la rassegna del cinema latinoamericano prima a Santa Margherita Ligure e poi a Sestri Levante. Nel 1962 si reca per la prima volta in Brasile, innamorandosi di quella “terra piena di contrasti”, dove farÓ il suo primo lungometraggio (Tropici) e dove avrebbe voluto poi girare un musical. Molti suoi film, a partire dal cortometraggio d’esordio del 1964, Noi Insistiamo! suite per la libertÓ subito (ispirato dalla composizione di Max Roach “We Insist”) recano il segno della sua passione per il jazz. Con Bernardo Bertolucci scrive le sceneggiature di Prima della Rivoluzione (1964) e di Partner (1968). Nel 1970 collabora con Jean Luc Godard (che gli dedicherÓ il capitolo inerente al cinema italiano nel suo Histoires du CinÚmß) alla realizzazione di Vent d’est (Vento dell’est) e scrive con Glauber Rocha la sceneggiatura di Der leone have sept cabezas (Il leone ha sette teste). Nel 1983 idea e realizza con Renato Nicolini a Roma “Bahia de Todos os Sambas” la pi¨ grande manifestazione di Musica Brasiliana realizzata al di fuori del Brasile. Ne uscirÓ un vhs nel 1996 a cura delle edizioni elle-multimedia. Nel filmato sono presenti Caetano Veloso, Dorival Caymmi, Gal Costa, Gilberto Gil, Joao Gilberto, NanÓ Vasconcellos ecc… Il suo ultimo progetto in fase di pre-produzione fu Django ispirato alla vita di Django Reinhardt, la cui sceneggiatura Ŕ a firma di Gianni Amico, Jean Louis Comolli ed Enzo Ungari. Muore a Roma il 2 novembre 1990.

foto foto