Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Dodicesimo concerto dell'Orchestra Sinfonica Siciliana in programma al Politeama

(dal 06 Febbraio 2015 al 07 Febbraio 2015)

Un programma variegato con musiche di Garau, Mozart, Marquez, De Falla e Ravel vedrà sul podio del Politeama Garibaldi il direttore Andrea Sanguineti e la partecipazione del pianista Orazio Sciortino per il dodicesimo concerto della 56ma stagione sinfonica dell'Orchestra Sinfonica Siciliana in programma al Politeama Garibaldi venerdì 6 febbraio alle ore 21,15 (turno serale) e sabato 7 febbraio alle ore 17,30 (turno pomeridiano). Guido nella notte, composto su commissione dell'Orchestra Sinfonica Siciliana ed eseguito in prima assoluta, è uno dei lavori sinfonici più recenti di Lucio Garau, il quale, durante un periodo particolarmente intenso di lavoro che lo costringeva a lavorare anche di notte, era solito ammirare, durante le sue veglie notturne, il figlio più piccolo, Guido, mentre dormiva. Nella composizione, il cui titolo è volutamente ambiguo dal momento che si può riferire al nome del figlio o alla voce del verbo guidare, Garau ha cercato di immaginare come i sogni del bimbo potessero essere messi in musica ed ha deciso di considerare i tre sogni come ripetizioni quasi uguali di una storia che si conclude con il risveglio ed il ritorno al mondo del dormiente. Il Concerto n.27 KV 595 è l'ultimo concerto di Mozart ed uno dei più fortunati dell'intera sua produzione. Discordanti sono le opinioni degli studiosi di Mozart sulla datazione del suo ultimo concerto per pianoforte che, pur recando nel manoscritto la data del 5 gennaio 1791, sarebbe stato composto molto tempo prima, come incerte sono anche le circostanze della prima esecuzione che, secondo un'ipotesi piuttosto accreditata, si sarebbe tenuta il 4 marzo 1791 nella sala del 'rosticciere di corte' Jahn con lo stesso Mozart al pianoforte in un'Accademia a beneficio del clarinettista Joseph Bähr. In questo caso, quella sarebbe stata l'ultima apparizione in pubblico di Mozart. Secondo l'altra ipotesi Mozart avrebbe scritto il concerto per la sua allieva Barbara Ployer che lo avrebbe eseguito nel mese di gennaio del 1791. Del concerto ci sono rimaste le cadenze originali di Mozart per il primo e terzo movimento e la presenza di cadenze scritte (cosa strana perché era uso improvvisarle) sembrerebbero avvalorare questa seconda tesi. Pagina sensuale e brillante nella quale confluisce la tradizione dei balli caraibici, il Danzón n. 2 del compositore messicano Arturo Marquez, composto, insieme ad altri brani dello stesso genere, agli inizi degli anni 90, ha rivelato il suo autore ad un largo pubblico soprattutto grazie all'Orchestra Giovanile Simon Bolivar diretta da Dudamel che lo portò con grande successo in tour per l'Europa e negli Stati Uniti. Sono tratte dal balletto Il cappello a tre punte (El sombrero de tres picos), composto tra il 1918 e il 1919 da De Falla su richiesta di Diaghilev, impresario dei Ballets Russes, che già da tempo faceva pressioni sul compositore spagnolo affinché scrivesse qualcosa per la sua compagnia, le tre danze (Seguidilla, Farruca e Jota) che danno un'immagine tradizionalmente solare della Spagna. La Rhapsodie espagnole, composta tra il 1907 e il 1908 dapprima per due pianoforti e poi trascritta per orchestra, è considerata la prima importante opera sinfonica di Ravel. Fu eseguita nella versione orchestrale per la prima volta il 15 marzo 1908 al Théâthe du Châtelet dall'Orchestra dei Concerts Colonne diretta da Edouard Colonne. Info: 091 6072532 - biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it Note biografiche Andrea Sanguineti, direttore A partire dalla stagione lirica 2013-14 Andrea Sanguineti ricopre la carica di Generalmusikdirektor presso il teatro 'G. Hauptmann' Görlitz - Zittau e di direttore principale della Neue Lausitzer Philharmonie, posizione che occupa dirigendo numerosi concerti sinfonici e importanti produzioni liriche come 'Jenůfa' o 'Die tote Stadt'. Recentemente è stato direttore ospite presso il teatro dell'Opéra de Rouen Haute Normandie, Oper Dortmund, Teatro Massimo 'V. Bellini', Teatro Comunale di Piacenza, Beijing Music Festival in Cina, delle orchestre Jenaer Philharmonie, Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra Filarmonia Veneta e dell'Orchestra del Teatro Massimo 'V. Bellini' di Catania. Il suo repertorio operistico spazia dall'operetta viennese al grande dramma teatrale tedesco come Tristano e Isotta, non tralasciando però lo stile francese ed italiano. 'Carmen', 'L'Africaine' di Meyerbeer, la 'Traviata', 'il Trovatore', 'la Cenerentola', 'Il viaggio a Reims', 'la Forza del Destino', 'Macbeth' sono solo alcuni degli ultimi titoli svolti in cartellone accanto a solisti di fama internazionale tra i quali Annette Dasch, Lucio Gallo, Stefania Bonfadelli, Silvia Tro Santafé, Simone Alaimo, Franco Farina. Nato nel 1983, ha intrapreso giovanissimo la carriera direttoriale, dopo lo studio del pianoforte e della composizione segue i corsi di direzione d'orchestra a Vienna presso l'Universität für Musik und darstellende Kunst, i corsi di Gianluigi Gelmetti alla Chigiana di Siena e si diploma a soli ventitré anni presso il conservatorio „G. Verdi' di Milano. In seguito all'esperienza come maestro collaboratore nello staff musicale dell'Opéra National du Rhin a Strasburgo, si trasferisce in Germania dove dal 2007 al 2011 è ingaggiato presso la Staatsoper di Hannover. Qui alla guida della Niedersächsisches Staatsorchester dirige numerose operette, musicals, opere e balletti. Dal 2011 al 2013 è stato invece primo Kapellmeister e vice Generalmusikdirektor presso il Mainfranken Theater a Würzburg. Parallelamente all'attività artistica in teatro insegna attualmente presso l'Hochschule für Musik a Würzburg. Orazio Sciortino, pianoforte Orazio Sciortino è pianista e compositore nato a Siracusa nel 1984. La recente incisione discografica 'Wagner&Verdi piano transcriptions by Tausig&Liszt', un doppio CD Sony Classical, ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti da parte della critica specializzata e, tra gli altri, le Cinque Stelle della rivista 'Musica'. L'attività di pianista concertista, sia da solista sia con prestigiose orchestre, lo porta a esibirsi in ambiti di rilievo internazionale: Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Teatro delle Muse di Ancona, Ferrara Musica, Accademia Filarmonica di Bologna, Teatro Rossini di Pesaro, Teatro Politeama di Palermo, Teatro Dal Verme di Milano (Serate Musicali), Festival Verdi presso il Teatro Regio di Parma, Teatro Greco di Siracusa, Reate Festival, MiTo Settembre Musica (2012, 2013, 2014), I Concerti del Quirinale (in diretta su Rai Radio 3), Fondazione Perugia Classica, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra Sinfonica 'Giuseppe Verdi' di Milano, Sagra Malatestiana di Rimini, Festival Pergolesi-Spontini di Jesi, Associazione Scarlatti di Napoli, Maggio Musicale Fiorentino, Bologna Festival, Teatro La Fenice, Orchestra Filarmonica del Teatro Regio di Torino etc..Si è inoltre esibito in Polonia, Germania (Konzerthaus di Berlino, festival di Wolfsburg e Braunschweig, Musikhochschule di Mannheim etc..), Austria, Kenya, Spagna, Serbia, Svizzera (Semaines Musicales de Crans Montana, Montreux Jazz Festival), Malta, Francia (Salle Molière di Lyon, Bel Air Festival etc..) , Canada (Orford Festival e, su invito di Louis Lortie, Ottawa Chamber Music Festival), Serbia, Scozia, Libano, Giordania, Lituania, Romania, Arabia Saudita etc.. Ha debuttato nel 2011 al Teatro alla Scala di Milano, in veste di direttore e solista, eseguendo, in prima esecuzione moderna, il Concerto per pianoforte e orchestra di Fumagalli da Sciortino stesso riscoperto, accompagnato dall'orchestra i Cameristi della Scala. Ha registrato per Rai Tre, Radio Tre, Radio Classica, Radio Svizzera Italiana e per le case discografiche Dynamic (il CD 'Franz Liszt, An orchestra on the piano), Bottega Discantica (Adolfo Fumagalli 1828-1856, composizioni per pianoforte), Limen Music (Ciurlionis artista europeo) e Sony Classical ('The Italian Wagner). Ha lavorato con gli editori Mazzotta e Skira su progetti riguardanti rapporti tra arti visive e musica. Ha vinto il Premio del Pubblico al Bologna Festival 2014. In qualità di compositore, le sue 'Cadenze per i concerti per pianoforte e orchestra di Mozart' sono state pubblicate da Ricordi-Universal nel 2007. Altre sue composizioni sono eseguite e commissionate in Italia e all'estero in festival importanti e sedi prestigiose: Festival Internazionale di Portogruaro, Orchestra Cantelli (Serate Musicali di Milano al Teatro Dal Verme), Beethoven Festival di Bonn, Barge Music Festival di New York, I Cameristi della Scala, Beijing Modern Music Festival, Conservatorio di Ginevra, Cantiere Internazionale d'arte di Montepulciano, Teatro alla Scala, Ensemble Musagète di Vicenza, Orchestra Sinfonica 'Giuseppe Verdi' di Milano, Orchestra Filarmonica di Torino, Sentieri Selvaggi Ensemble, Eutopia Ensemble, Emilia Romagna Festival, Festival di Ankara, Orchestra dell'Università degli Studi di Milano, Swiss Ensemble New Wave etc. Si occupa di divulgazione musicale in veste di conferenziere e pianista, proponendo percorsi di guida all'ascolto e lezioni-concerto. Siracusano di nascita, ha compiuto gli studi di pianoforte nella sua città per poi diplomarsi brillantemente all'Accademia Pianistica Internazionale 'Incontri col maestro' di Imola, dove ha studiato con Boris Petrushansky, Michel Dalberto e Louis Lortie. Ha inoltre compiuto, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode, gli studi di composizione sotto la guida di Fabio Vacchi presso il Conservatorio 'G.Verdi' di Milano, città dove tutt'ora vive.

foto foto