Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

Mozart e Cajkovskij

(31 Luglio 2015)

Serata classica per il ciclo Estate a Palermo al Teatro di Verdura con l'Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Salvatore Percacciolo che esegue Mozart e Čajkovskij L'Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Salvatore Percacciolo, partecipa all'Estate a Palermo 2015, promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo, portando in scena al Teatro di Verdura, venerdì 31 luglio alle ore 21,15, due capisaldi della musica classica: la Sinfonia Jupiter di Mozart e la Quinta sinfonia di Čajkovskij. La Sinfonia n.41 di Mozart, per la grandiosità dei suoi temi e della sua architettura musicale, fu soprannominata dall'impresario londinese Peter Salomon, in un'edizione postuma di una trascrizione pianistica, Jupiter. Completata il 10 agosto del 1788, la Jupiter chiude un bimestre prodigioso e straordinariamente creativo per Mozart che in brevissimo tempo scrisse i suoi tre ultimi capolavori sinfonici come si evince dalle date di composizione di questi tre lavori che furono completati nell'ordine: la Sinfonia n. 39 in mi bemolle maggiore K. 543 il 26 giugno e la Sinfonia in sol minore il 25 luglio 1788, meno di un mese prima della Jupiter. Composta tra il 30 maggio e il 26 agosto 1888 a distanza di undici anni dalla Quarta, la Quinta sinfonia di Čajkovskij costituisce il secondo atto della cosiddetta trilogia del destino e si pone in relazione con la precedente che ne rappresenta il primo e con la Sesta, la celebre Patetica, che corrisponde a quello conclusivo, il terzo. Tema conduttore delle tre sinfonie è il destino che incombe spesso sulle vicende umane con esperienze drammatiche. I biiglietti (¿ 7,00) sono in vendita presso il Botteghino del Politeama Garibaldi ed un'ora prima dell'inizio del concerto presso il Botteghino del Teatro di Verdura. Info: 091 6072532 - biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it. Salvatore Percacciolo, direttore Ha studiato pianoforte, composizione e direzione d'orchestra. Allievo di Piero Bellugi e Jorma Panula, nel 2010 consegue il diploma di merito alla 'Scuola dell'opera Italiana' di Bologna dove ha avuto la possibilità di approfondire il repertorio lirico con Bruno Bartoletti, Donato Renzetti, Renato Palumbo, Nicola Luisotti. Finalista al concorso 'F. Capuana' di Spoleto nonché vincitore del premio 'Carlo Maria Giulini' presso la Scuola di Musica di Fiesole, è stato assistente musicale in diverse produzioni operistiche presso la Staatsoper di Monaco di Baviera, la Deutsche Oper e la Staatsoper di Berlino. Nel 2014 a seguito di una selezione internazionale viene invitato dal Maestro Lorin Maazel come 'Conductor Fellow' presso il Festival di Castleton in Virginia (USA). Tale invito gli consente oltre che seguire le preziose lezioni del Maestro, la stretta collaborazione con lo stesso in diverse produzioni. La grande fiducia e stima di Maazel gli valgono inoltre la sostituzione di quest'ultimo nel 'Don Giovanni' di Mozart all'interno della stagione del festival statunitense. Altri titoli d'opera da lui diretti comprendono: 'Tosca' e 'Madama Butterfly' al Festival Puccini di Torre del Lago, 'La voix humaine' di Poulenc, 'Phedra' di Britten e 'Le bel indifferent' di Tutino per Musica Insieme di Bologna, 'La Serva Padrona' e 'Livietta e Tracollo' di Pergolesi al Teatro S. Carlo di Napoli e al Teatro Comunale di Bologna, 'Pomme d'Api' e 'Monsieur Choufleuri' di J. Offenbach al 'Festival della Valle d'Itria' di Martina Franca, al Teatro Comunale di Bologna e al Teatro 'G. B. Pergolesi' di Jesi, 'Fidelio' di Beethoven progetto Opera off a Reggio Emilia, Ferrara e Modena, 'La Finta semplice' di Mozart per l'Aslico, 'Il Flauto Magico' progetto Opera domani in diversi teatri italiani tra i quali il 'Sociale' di Como e Brescia e il 'Ponchielli' di Cremona, 'L'Arcimboldi' di Milano, 'L'Olimpico' di Roma, il 'Comunale' di Bologna, il 'Regio' di Torino, nonché alla Royal Opera House di Muscat (Oman). Accanto alle produzioni operistiche, Salvatore Percacciolo ha diretto numerosi concerti sinfonici spaziando dal barocco alla musica contemporanea. E' salito sul podio della Filarmonica Nazionale Ucraina di Kiev, l' Orchestra Sinfonica Siciliana, l' Orchestra 'G. Rossini' di Pesaro, l'Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari e del Teatro Comunale di Bologna, I Pomeriggi Musicali di Milano, l'Orchestra Sinfonica di Sanremo, l'Orchestra 'G. Verdi' di Parma, la Mediterranean Chamber Orchestra, l'Orchestra 1813, l'Orchestra del Festival di Castleton, collaborando con solisti quali: Esther Birringer, Regina Chernychko, Luiz Filipe Coelho, Roberto Cominati, James Galway, Chisato Kusunoki, Calogero Palermo, Giovanni Sollima. Nel 2010 ha diretto per la Fondazione Teatro Massimo di Palermo il concerto commemorativo 'Omaggio a Eliodoro Sollima', nel 2011 il concerto per le celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia presso il Teatro Lirico di Cagliari, mentre nel 2013 dirige un 'Gala Verdiano' per i 200 anni dalla nascita del compositore presso il Teatro 'G. Verdi' di Busseto. Accanto alla sua carriera da direttore d'orchestra, Salvatore Percacciolo ama suonare il pianoforte in diversi gruppi da camera, collaborando con diversi musicisti provenienti da prestigiose orchestre quali Muenchner Philharmoniker, Deutsches Symphonie Orchester Berlin e Berliner Philharmoniker. E' reduce dell'acclamato successo di pubblico e critica per il secondo anno consecutivo presso il Festival di Castleton in Virginia (USA), dove ha diretto l'Heure Espagnole di Ravel e la prima mondiale dell'opera Scalia/Ginsburg del compositore americano Derrick Wang. Dal 2012 vive a Berlino con la moglie violista Thais Coelho e la piccola Iris.

mappa
allegato
foto