Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

Treccani 1925-2015. La cultura degli Italiani

(dal 18 Dicembre 2015 al 14 Febbraio 2016)

In occasione del novantesimo anniversario della fondazione, l'Istituto della Enciclopedia Italiana ha allestito presso il complesso del Vittoriano di Roma la mostra Treccani 1925-2015. La cultura degli Italiani, tesa a ripercorrere la sua storia e insieme a riflettere sul suo ruolo all'interno della società contemporanea e sulle sue prospettive future. In coincidenza con un evento di grande importanza per il nostro paese quale Milano Expo 2015 - che ha proiettato la città al centro del mondo intero -, una nuova versione della mostra è stata ospitata a palazzo Morando a Milano. Dopo Roma, la città che dell'Istituto ospita la sede fin dalla fondazione, e dopo Milano, la città più strettamente legata alla figura del fondatore, Giovanni Treccani, la mostra arriva ora in Sicilia, la terra dell'altro grande 'fondatore' Giovanni Gentile. E in questa sorta di itinerario attraverso le città e le regioni simbolo della storia della Treccani si coglie anche il senso del ruolo esercitato da questa grande istituzione culturale come crogiuolo della cultura, umanistica e scientifica, nazionale. Oltre al cospicuo apparato documentale già presente nell'allestimento di Roma, la produzione libraria, i documentari storici, lungo il percorso espositivo della mostra, sono installate - nella suggestiva cornice del Monte dei Pegni di Santa Rosalia -, 10 postazioni interattive, costituite da touch screen, che consentono una navigazione multimediale all'interno dei contenuti Treccani e di altri materiali selezionati secondo le seguenti aree tematiche: Palermo. Specchio di civiltà; Universo Moda; L'Italia e la sua Arte; L'Italia e la sua Storia; La cucina italiana come cultura; Il tesoro della lingua italiana; Le scienze; Il labirinto enciclopedico; La musica italiana: Giuseppe Verdi; L'Enciclopedia Italiana: prototipo per una consultazione. I contenuti di ogni percorso digitale sono stati selezionati principalmente dalle opere Treccani, che vengono arricchite da nuove funzionalità rese possibili dalle applicazioni digitali, consentendo una navigazione per ipertesti e per certi aspetti 'aumentata' rispetto alla consultazione tradizionale delle pubblicazioni Treccani in formato cartaceo. In alcuni percorsi, ai contenuti propriamente Treccani sono affiancati altri materiali: in quello dedicato alla città di Palermo, sono presentati I dipinti delle collezioni della Fondazione Sicilia e un percorso multimediale dedicato a Palazzo Branciforte, che ospita la mostra. Arte a Napoli è stato invece realizzato grazie alle fotografie gentilmente concesse da Andrea Jemolo, che permettono di seguire l'evoluzione dello stile e del linguaggio artistico dall'antichità all'età contemporanea attraverso le opere presenti nei principali musei della città. In ogni postazione, quindi, il visitatore può interagire con i contenuti Treccani e scoprire, attraverso i percorsi tematici suggeriti, i documenti d'archivio, le fotografie, le opere e gli approfondimenti sull'arte e le città italiane, ma anche la scienza, la lingua, la moda, la musica e la cucina del nostro paese, la storia dell'Istituto e dell'Italia. La mostra di Palermo sarà anche l'occasione per poter esporre la statua in bronzo dal titolo La conoscenza, realizzata da Mimmo Paladino per il novantesimo anniversario della Treccani. Essa raffigura un «lettore riflessivo» - come lo definisce il Maestro - che osserva una sfera poggiata su un grande libro aperto a evocare l'idea borgesiana di un sapere circolare, e quindi infinito, che si identifica con il mondo stesso: il lettore di Paladino «non sta leggendo delle parole, delle pagine, ma piuttosto sta guardando dentro quest'oggetto metafisico che è l'infinito, sta cercando di capire il mondo», a riaffermare così l'insostituibile ruolo proprio della riflessione e della cultura in una realtà che è oggi in rapidissima, vertiginosa evoluzione. Come già la mostra allestita a Roma, poi quella di Milano, ora questa di Palermo offre l'occasione di scoprire e conoscere da vicino - attraverso l'esposizione di una ricchissima documentazione - le principali vicende, le opere e i protagonisti della storia dell'Istituto della Enciclopedia Italiana; e, allo stesso tempo, di ripercorrere l'evoluzione storica da un lato del pubblico di riferimento delle opere di volta in volta pubblicate, dall'altro del ruolo che è proprio di una casa editrice a vocazione culturale all'interno di una società che, nel corso di quasi un secolo di storia, è - non occorre dirlo - profondamente mutata. Se già nei decenni del dopoguerra il pubblico al quale si rivolgevano le opere Treccani era venuto progressivamente ampliandosi rispetto a quello, d'élite, al quale pensava originariamente Giovanni Gentile, nei primi anni del XXI secolo - all'epoca di Internet e del sapere 'fai da te' - è divenuto cruciale per l'Istituto della Enciclopedia Italiana sapersi rivolgere a un pubblico ancora più ampio, anche e soprattutto per tenere fede alla propria missione fondamentale, quale è enunciata nello statuto: non soltanto realizzare l'Enciclopedia e il Dizionario Biografico, ma anche - più in generale - contribuire allo sviluppo culturale, sociale e civile degli Italiani. È un impegno che l'Istituto considera prioritario e che si esprime anche attraverso la collaborazione con le altre istituzioni culturali: un esempio particolarmente significativo è rappresentato in questi ultimissimi anni dall'opera di ricerca e valorizzazione di testimonianze storiche in relazione ai maggiori eventi musicali o espositivi, quali ad esempio l'apertura della stagione d'opera e balletto 2014-2015 del teatro di San Carlo di Napoli, con la riproduzione in facsimile del libretto del Trovatore dato alle stampe in occasione della prima assoluta dell'opera; o il facsimile del libretto di Turandot realizzato per la rappresentazione al teatro alla Scala di Milano in occasione dell'inaugurazione di Expo Milano 2015. La Treccani intende continuare a essere un istituto di cultura che contribuisce alla conoscenza e alla valorizzazione del nostro straordinario patrimonio artistico-culturale (materiale e immateriale), in una fase storica nella quale le spinte disgregatrici derivanti dalle numerose e difficili situazioni di crisi che investono l'Italia, l'Europa e il mondo intero mettono seriamente a rischio la sua stessa tutela e conservazione. l'impegno di un istituto culturale come l'Enciclopedia Italiana è dunque, in questo senso, strategico: sia perché l'arte e la cultura possono contribuire in misura significativa al rilancio anche economico del Paese, sia perché la conoscenza critica e consapevole della nostra storia e della nostra identità culturale è il presupposto indispensabile per affrontare le grandi questioni del nostro tempo, a cominciare da quella dell'incontro tra le diverse culture, oggi posta con particolare forza dagli ingenti fenomeni migratori e dall'affermarsi dei fondamentalismi.

mappa
foto