Comune di Palermo - Avvisi - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Avvisi - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Amg Energia aderisce a "M'illumino di meno": si spengono le luci delle sedi della società

(data pubblicazione 27 Febbraio 2019)

Venerdì 1° marzo, durante l’orario di lavoro, si spegneranno le luci e i dispositivi collegati alla rete elettrica, non indispensabili per svolgere le attività, degli edifici della sede principale di Amg Energia spa di via Tiro a Segno e della sede distaccata di corso dei Mille.

La società del Comune che si occupa di energia, distribuzione di metano e della gestione del servizio di pubblica illuminazione a Palermo aderisce così a “M’illumino di meno” giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio2.

All’iniziativa ha già dato la sua adesione il Comune di Palermo con lo spegnimento per un’ora, dalle 18.30, dell’illuminazione di alcuni monumenti simbolo (che sarà effettuato dagli operatori di Amg Energia): Palazzo delle Aquile e la fontana Pretoria.

L’amministratore unico della società, Mario Butera, ha inviato un messaggio ed un invito a tutti i dipendenti: spegnere le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili per le attività lavorative per un’ora o anche soltanto per qualche minuto per dare un contributo alla manifestazione il cui focus è la tutela del pianeta e delle sue risorse con le buone pratiche, il risparmio energetico e la lotta gli sprechi.

Le luci si spegneranno anche nella nuova sede di Amg Energia che è già un buon esempio di uso razionale ed efficiente delle risorse: si tratta di un magazzino dei primi del Novecento, ristrutturato e riqualificato secondo i più elevati standard in termini di illuminazione e di energia.

“L’edificio - spiega l’amministratore Mario Butera - è alimentato da un impianto di trigenerazione che produce elettricità, calore e raffrescamento oltre che da due impianti fotovoltaici. Aderiamo con convinzione a “M’illumino di meno” e mi sembra significativo che ciò avvenga in orario di lavoro. Il messaggio - conclude - è che tutti possiamo e dobbiamo dare un contributo anche con un semplice gesto, come spegnere una luce non indispensabile o lo stand-by degli apparecchi elettronici”.