Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Il Comune presente a Bruxelles per la conferenza UE "Engaging Citizens for Good Governance in Cohesion Policy"

(data pubblicazione 19 Febbraio 2020)

Su invito della European Commission, il Comune di Palermo ha partecipato il 6 febbraio scorso ad una conferenza che si č tenuta a Bruxelles dal titolo “Engaging Citizens for Good Governance in Cohesion Policy”.

Presente nella capitale belga, in rappresentanza del Comune di Palermo, il Segretario Generale, Antonio Le Donne.

La conferenza, sul tema del coinvolgimento dei cittadini e della societą civile nella politica di coesione, č stata organizzata, nell'ambito di una nuova agenda strategica per l'UE 2019 -2024, dalla Direzione generale della Politica regionale e urbana della Commissione europea.

“Il Comune di Palermo ha assunto un ruolo da protagonista nel corso della conferenza” - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando, il quale ha poi preannunciato che “insieme all’organismo di partecipazione attiva Parliament Watch Italia, che ha lanciato "il progetto Libellula" ed in sinergia con le indicazioni della Direzione Generale per le politiche di coesione presso la Commissione Europea, il Comune attiverą nei prossimi mesi un Patto di Integritą su un'opera pubblica di prossima realizzazione di particolare significato simbolico e strategico.

Si tratta – ha proseguito  il sindaco - di attivare una speciale forma di controllo chiamata. Questa iniziativa, che vede il coinvolgimento del Comune di Palermo in partnership con gli Organismi di partecipazione attiva dei cittadini nelle procedure di verifica e di controllo delle spese pubbliche concernenti agli appalti, assume un valore strategico e innovativo a livello Nazionale e Europeo e pone la Cittą di Palermo quale punto di riferimento a cui gli altri Comuni guardano per la diffusione di tale percorso virtuoso”.