Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

Sistema accoglienza MSNA - Dichiarazione assessore Mattina

(data pubblicazione 17 Ottobre 2020)

Con riferimento alle dichiarazioni attribuite oggi da un quotidiano ad un Consigliere comunale di Palermo circa un presunto "flop" del sistema dell'accoglienza di minori stranieri non accompagnati, credo utile ricordare che il Comune ha inserito in affido ordinario, quindi con processi ormai sperimentati, 6 ragazzi MSNA nel 2017, 11 nel 2018, 5 nel 2019, 4 nel 2020.

Abbiamo attivato affidi per altri 12 ragazzi con il progetto Terra Ferme. 

Inoltre gli affidi sono attivati soprattutto per chi ha meno di 14 anni, invece la maggior parte dei minori stranieri arrivati a Palermo ha pił di 14 anni, nello specifico 16 e 17 anni. Per loro vengono attivati percorsi di autonomia che non si possono definire affido ma che nella sostanza sono molto simili. I percorsi attivati sono oltre cinquanta, con l'aiuto dei tutori volontari.

I percorsi attivati con il progetto "Refugees welcome" si sommano a tutti gli altri.

La crisi legata al COVID-19 ha evidentemente rallentato i percorsi, come per molti altri servizi, ma nonostante le difficoltą il Comune di Palermo attraverso il centro affidi, il Garante per l'infanzia e l'adolescenza e la Casa dei diritti stanno continuando questa difficile ma essenziale attivitą.

Tutti questi percorsi sono sostenuti da enti internazionali come UNICEF, Alto Commissariato per in Rifugiati, Cnca, Welcome refugees e non hanno costi per l'amministrazione.

Decine di organizzazioni cittadine operano per l'integrazione e l'accompagnamento dei bambini e degli adolescenti.

Giornalmente questi ragazzi sono sostenuti in percorsi di inserimento scolastico e lavorativo e vivono la cittą di Palermo come la loro casa e la loro cittą. Migliaia di cittadini palermitani sono coinvolti in questi percorsi. Decine di enti, le scuole, l'universitą, la Caritas, le parrocchie.

Questi i dati dei minori a cui il progetto citato faceva riferimento. I numeri delle presenze in cittą sono evidentemente pił numerosi sia nel sistema Siproimi che dipende dal Comune sia nelle altre strutture direttamente gestite dal Ministero degli interni attraverso la Prefettura per l'accoglienza dei richiedenti asilo. Un sistema di piccole strutture diffuse nel territorio che favoriscono l'integrazione e l'accoglienza con un modello riconosciuto a livello internazionale.

Il consigliere Gelarda fa le domande sbagliate e soprattutto parziali, dimostrando o fingendo di avere scarsa conoscenza dei servizi della cittą. 

O, peggio ancora, volutamente nasconde quello che accade per denigrare la cittą e per plasmare la realtą ai suoi desiderata.

Pensa con quei dati di descrivere la realtą, ma descrive solo una parte e peraltro limitatissima. 

Trasforma in realtą i suoi desideri di attaccare l'amministrazione Orlando, ma anche stavolta la realtą č molto diversa.

Lo dichiara l'assessore alla Cittadinanza solidale, Giuseppe Mattina.

mappa