Brancaccio e costa sud. Ieri l'incontro della Giunta con il quartiere

Notizie (data pubblicazione 29 Aprile 2018) Mappa
Foto

Nell’ambito degli incontri nelle borgate e nei quartieri della città, ieri pomeriggio sindaco ed assessori, insieme ai presidenti delle aziende partecipate, della commissione attività produttive del consiglio comunale, del comandante della polizia municipale e del presidente di circoscrizione, hanno incontrato i cittadini di Brancaccio presso l'Auditorium della II Circoscrizione.

Nel corso dell'incontro sono stati affrontatoi diversi temi e preve varie decisioni. 

In particolare si è convenuto lo spostamento del mercatino di via Di Vittorio e il potenziamento dei controlli sulle attività mercatali abusive. Si è concordato che per evitare atti vandalici, la Villetta Bennici sarà chiusa nelle ore notturne.

Sul fronte della pulizia e del decoro, l'Assessorato all'ambiente ha inoltre confermato che terminato il periodi di nidificazione degli uccelli si procederà ad un nuovo intervento di pulizia dell'alveo dell'Oreto, mentre il Sindaco ha comunicato che analogamente a quanto già deciso per altri quartieri, sarà emessa una ordinanza per la collocazione di una isola ecologica in via dei Picciotti e che anche nella zona della costa Sud arriverà presto il servizio di raccolta differenziata "porta a porta" secondo il calendario prefissato dalla RAP.

Ulteriori interventi di pulizia e recupero saranno realizzati nelle aree verdi una volta che il Consiglio comunale avrà approvato il regolamento per gli orti condivisi. Ancora sul fronte della vivibilità, è stato confermato che nelle aree adiacenti la rotonda Norman Zarcone saranno realizzati dei progetti finanziati attraerso il Patto Sud, per la collocazione di panchine e aree giochi per bambini. 

Per la Costa sud sviluppo e correlato alla definizione del PUDM in fase di progetto mentre per il Parco Libero Grassi la Regione si è impegnata a redigere la analisi del rischio per avviare la restituzione all'uso pubblico, appostando le relative somme nel bilancio regionale.

Annunciato anche il riutilizzo dell'ex-consorzio agrario, bene confiscato la cui consegna è stata annunciata dalla Prefetta e che sarà destinato ad un centro educativo esperenziale innovativo per la primissima infanzia legato anche a un centro di ricerca. Sempre su questo tema, l'amministrazione ha adotatto l'impegno a strutturare la proposta con le scuole del territorio le associazioni e all'assessorato alle politiche sociali.

In particolare, si interverrà alla scuola Randazzo per l'avvio di un nido e con il riavvio degli interventi previsti e non realizzati perchè l'aria era sempre occupata. Lo spazio verrà utilizzato per realizza un'area gioco per l'infanzia. E' stato anche annunciato che è in corso il censimento di tutti gli spazi scolastici non utilizzati o sottoutilizzati per realizzare interventi di valorizzazione sociale con l'associazionismo che opera in sinergia con il mondo della scuola. Per quanto riguarda la scuola "Orestano" verranno definiti i lavori di completamento del teatro interno anche con l'individuazione di sponsor.

Commentando l'incontro, il Sindaco ha sottolineato come "a Brancaccio come a Sferracavallo e come al Politeama si conferma che ogni zona della città, ogni quartiere esprime tutta Palermo, esprime i bisogni, le speranza e le potenzialità di tutta la nostra comunità.

Brancaccio è ancor di più simbolo della nostra città, con il suo intrecciarsi inevitabilmente alla vita e al martirio del Beato Pino Puglisi, simbolo di dolore e violenza subita ma anche simbolo della speranza e della possibilità di riscatto sociale e umano.

Gli incontri della Giunta con il territorio - ha concluso Orlando - vedono una sempre crescente partecipazione di cittadini e associazioni, segno del fatto che sono giustamente percepiti come momenti importanti di confronto, dialogo e possibilità di assumere insieme decisioni importanti."

X

Ti è stata utile questa pagina?

Informativa privacy

Invia
Ti è stata utile questa pagina?
Per valutare questa pagina devi essere registrato  (Accedi)