Fondi Cis. Dichiarazione Ottavio Zacco

Notizie (data pubblicazione 03 Febbraio 2021)
Foto

Un' ottima notizia per lo sviluppo del turismo, la valorizzazione del nostro patrimonio artistico culturale e per  il miglioramento del decoro urbano, la stipula del contratto di sviluppo per il Centro storico di Palermo. Esprimo vivo apprezzamento per la stipula da parte del comune diPalermo nella persona dell'architetto Di Bartolomeo e dell'assessore Maria Prestigiacomo, del Contratto di sviluppo per il centro storico di Palermo.

 Finanziamenti erogati da parte del Ministero dei Beni Culturali che consentiranno il finanziamento di 17 progetti di riqualificazione, restauro e manutenzione di edifici religiosi e storici, pavimentazioni e piazze, ubicati nel centro storico per una spesa complessiva di 90 milioni di euro.

Un importante traguardo raggiunto grazie all'impegno, alla professionalità e allo spirito di sacrificio, dell’ing Ottavio Dino, dell’Arch.Salvo Giardina,dell’Arch.Stefano Gueli, dell’Arch Paolo Porretto, dell’arch. Roberto Termini, dell’Arch .Giuseppe Prestigiacomo, dell’ Arch Michele Di Rosa, dell’Ing Michele Milano e dell’Ing Edoardo Intravaia, che nonostante le precarie condizioni organizzative hanno portato a termine la progettazione. Grazie ai fondi stanziati,  oltre alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, è di grande rilevanza l'approvazione dei progetti destinati al ripristino del basolato storico dislocato nel percorso Arabo Normanno ( percorso riconosciuto patrimonio
dell'UNESCO), dando particolare attenzione  all'antico mandamento Monte di Pietà con al suo interno l'antico mercato del Capo, con l'approvazione dei progetti per la manutenzione straordinaria dell'antico manto stradale nelle  vie S. Agostino, via Bandiera, via Beati Paoli, via e Piazzetta S. Agata alla Guilla e piazza Sant'Isidoro alla Guilla.

Altra misura importante prevista nel contratto di sviluppo, è il finanziamento di 2,5 milioni di euro (che gestirà l'assessorato regionale dei Beni culturali e dell'identità siciliana) destinato alle imprese che operano nel settore culturale, che presenteranno progetti da realizzare nel centro storico di Palermo, questi ulteriori fondi offriranno un'importante occasione per  favorire lo sviluppo d’impresa nel settore dei servizi per i beni e le attività culturali, con un'attenzione  particolare destinata all’imprenditoria giovanile.


Tale misura, destinata a progetti di recupero e riqualificazione del centro storico, sarà destinato anche alle imprese che operano nell’ambito della valorizzazione del patrimonio culturale immateriale di cui il centro storico di Palermo è ricco come ad esempio i mercati storici,  dove si svolgono la gran parte delle feste religiose, senza dimenticare gli antichi mestieri, le botteghe storiche e il teatro dell'Opera dei Pupi, riconosciuto dall'UNESCO bene immateriale.

Un segnale importante, che sottolinea l'impegno e l'attenzione delle istituzioni in un momento storico drammatico per l'economia della nostra città, verso il settore del turismo culturale che negli ultimi anni aveva visto la nostra città in vetta alle classifiche come numero di visitatori tra le città d'arte"-

Lo dichiara il consigliere comunale e presidente VI Commissione

consiliare Ottavio Zacco

X

Ti è stata utile questa pagina?

Informativa privacy

Invia
Ti è stata utile questa pagina?
Per valutare questa pagina devi essere registrato  (Accedi)