Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cuticchio Giacomo
(Puparo)

Nato a Palermo il 6 marzo 1917 e ivi morto il 16 ottobre 1985.

Il suo percorso teatrale permette di ripercorre la vicenda storica dell'Opera dei pupi, anche in termini di trasformazione sociale, che fu arte, passione e ragione di vita.

Formatosi alla scuola dei famosi pupari Greco, comincia la sua carriera con l'aiuto del padre e sulle ali di un successo artistico, affrontando il giudizio di una commissione di esperti, noti opranti di Palermo, che lo eleggeranno puparo di successo dopo averlo visto in "La morte di Milone".

L'opera era molto difficile, non soltanto per la qualità della recitazione ma anche per la abilità virtuosistica richiesta, soprattutto per "la svestitina" dell'eroe che perde pezzo a pezzo l'armatura sotto i colpi della spada del nemico.

Nei tempi difficili del dopoguerra porta il suo teatro in tanti paesi della Sicilia, affronta la crisi conseguente alla diffusione della televisione e successivamente il nuovo sbocco offerto dal pubblico dei turisti; un pubblico profondamente diverso da quello di un tempo.

Diverse sono le tournè effettuate in Europa, si ricordano quella di Parigi nel 1967 e quella di Stoccolma nel 1973.

Il suo ultimo teatro fu l'Ippogrifo a Palermo, in vicolo Ragusi, ai Quattro Canti di Comune oggi gestito dalla moglie Pina Patti.