Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Zangara Benedetto
(Pittore)

Nato a Palermo il 28 febbraio 1913 e morto il 26 settembre 1996.

Figlio di Pietro e di Stella Moavero, secondo di tre figli, appassionato d'arte sin da piccolo, che diceva di avere ereditato dal nonno materno.

Dai suoi diari emergono ricordi della sua infanzia e gioventù vissute con la famiglia in condizioni modeste e segnate dalla guerra. I suoi ricordi  erano attraversati da una profonda nostalgia.

Aveva frequentato il Liceo artistico e l'Accademia di BB. AA., quando ne era direttore Ernesto Basile e tra i suoi maestri vi furono Campini, Camarda, De Maria.

Divenne insegnante dell'Istituto d'arte dal 1944 al 1962, maestro tecnico di pittura anche con mansioni di bibliotecario.

Il 28 dicembre del 1942 sposò Maria Notarbartolo di Sciara dalla quale ebbe sei figli.

Si dedicò alla libera professione di pittore prediligendo il ritratto e la natura morta, dove esprimeva la massima cura nel disegno, nella luce e nella limpidezza del colore. Realizzò anche opere in mosaico.

Dal 1939 in poi partecipò a molte manifestazioni artistiche personali e collettive, guadagnando stima e riconoscimenti. Sue opere si trovano in Italia, Francia, Inghilterra, Stati Uniti, Svezia.

Dal 1962 al 1984 svolse anche l'attività di restauratore di ceramiche e di quadri, collaborando con quasi tutti gli antiquari palermitani e siciliani.

Restituì splendore a tante tele e pale d'altare, in particolare quella della chiesa di S. Agostino e i ritratti di celebri personaggi siciliani conservati alla Biblioteca comunale.

Tra i suoi estimatori figurano personalità come Dacia Maraini, la principessa Pietratagliata, Sandro Paternostro, Leonardo Sciascia.

Ebbe anche l'hobby dell'attività letteraria.

Negli ultimi dieci anni fu colpito da una grave forma d'artrosi che gli impedì di continuare il suo lavoro.

E' sepolto nel cimitero S. Maria di Gesù a Palermo.

Presso l'Archivio biografico è presente un'ampia raccolta di immagini delle opere e delle recensioni sull'opera di Benedetto Zangara curata dai figli.